Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Calcio: presidente Vastese, lunedì squadra al sindaco

Calcio: presidente Vastese, lunedì squadra al sindaco

(v. 'Calcio: Vastese-Termoli a porte chiuse' delle 15.17)

VASTO, 10 febbraio 2023, 17:58

Redazione ANSA

ANSACheck

"Rimetteremo il titolo nelle mani del sindaco di Vasto". Questa la decisione annunciata dal presidente della Vastese Franco Bolami dopo la decisione arrivata poco fa che la gara casalinga con il Termoli si giocherà allo stadio Aragona di Vasto a porte chiuse per motivi di ordine pubblico.
    L'Aragona aveva riaperto dopo oltre un anno (per lavori) proprio domenica scorsa in occasione del derby con l'Avezzano.
    "Lunedì mattina 13/02/2023 la dirigenza sarà dimissionaria e consegneremo il titolo nelle mani del Sindaco di Vasto. Non è possibile e tollerabile - ha detto il presidente della Vastese Franco Bolami - essere messi sempre in secondo piano e dover pagare per colpe non nostre. Sarebbe stato auspicabile, da parte delle autorità, come del resto è stato sempre fatto in precedenza, un tavolo tecnico per discutere dell'organizzazione della gara, ma in questo caso sono stati anteposti i problemi degli altri e non quelli di chi come noi, con tanti sacrifici, porta avanti una realtà calcistica. Amareggiati e soprattutto delusi, rimetteremo nelle mani del Sindaco il titolo, sperando che ci sia qualcun altro disposto a valorizzare il Calcio in Città, che accetti, senza batter ciglio, decisioni non compatibili con quello che è il normale svolgimento di un'attività sportiva".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza