Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Il Fucino immerso nella nebbia e senza sole per 20 giorni

Il Fucino immerso nella nebbia e senza sole per 20 giorni

Osservazioni del presidente associazione meteo "Caput Frigoris"

AVEZZANO, 13 gennaio 2023, 09:44

Redazione ANSA

ANSACheck

da associazione meteo 'Caput Frigoris ' - RIPRODUZIONE RISERVATA

da associazione meteo  'Caput Frigoris ' - RIPRODUZIONE RISERVATA
da associazione meteo 'Caput Frigoris ' - RIPRODUZIONE RISERVATA

Il lungo periodo di fasi fredde da inversione termica, i circa venti giorni coincidenti con le festività natalizie 2022-2023 caratterizzati da costante e fitta nebbia, è destinato a entrare nella storia climatica della Marsica. Lo afferma Fabrizio Lombardi, appassionato di meteorologia e presidente di 'Caput Frigoris', associazione che in Abruzzo gestisce una rete di monitoraggio con oltre 30 stazioni meteo e webcam. "L'altopiano del Fucino è una vasta conca appenninica con altitudine tra i 650 e i 700 metri - scrive Lombardi sulla pagina Facebook dell'associazione - circondata dai rilievi del Sirente-Velino a nord-nordest, del monte Salviano a ovest, della Vallelonga a sud e della valle del Giovenco a est-sudest. Il catino risultante orograficamente tende a mantenere freddo e umidità, in particolare dalla fine di novembre ai primi di gennaio. Durante le festività si è manifestata fortemente questa caratteristica climatica. L'alta pressione subtropicale sull'Italia ha determinato su tutto il Fucino una costante e fitta nebbia dal 19 dicembre al 6 gennaio.
    Avezzano ha vissuto tutto il periodo senza sole e con giornate di galaverna persistente".
    Un periodo durante il quale, osserva Lombardi, "la temperatura è rimasta costante attorno a 0°C con punte fortemente negative in città nella notte. La persistenza e la durata del fenomeno ha determinato episodi di neve chimica all'interno dell'altopiano. In città si sono avuti accumuli pluviometrici totali sui 6/7 mm. Notevole - aggiunge - il record di minima escursione termica giornaliera di soli 1,6°c registrato il 29 dicembre dalla nostra stazione meteo di Avezzano est (minima 0,2°C e massima 1,8°C)".
    "Con fasi alterne la copertura nebbiosa si è spinta anche sulla vicina zona dei piani palentini e lungo la valle Roveto.
    Ma persistenza, durata e spessore della nebbia hanno colpito in particolare il catino del Fucino, rendendo la città di Avezzano la più fredda dell'Italia peninsulare durante il periodo natalizio". La stazione meteo di Rifugio Sevice, sul Monte Velino a 2119 metri ha fatto registrare nel periodo una media di +2.5°C, contro la media di +1.5°C calcolata dai dati rilevati dalla stazione di Avezzano est.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza