Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Polizia postale, in Abruzzo 5 arresti e 210 persone indagate

Polizia postale, in Abruzzo 5 arresti e 210 persone indagate

Bilancio relativo al 2022 con 7mila monitoraggi su internet

PESCARA, 04 gennaio 2023, 11:46

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Cinque arresti contro i tre del 2021, 210 persone indagate (156 l'anno precedente), 96 gli apparati sequestrati e 7mila monitoraggi su internet. Questi i numeri relativi alle attività svolte dal Centro operativo per la sicurezza cibernetica in Abruzzo nell'arco del 2022, un anno in cui la Polizia postale e delle Comunicazioni è stata chiamata a far fronte a continue e sempre più evolute sfide investigative sulle macro-aree di competenza, in particolare negli ambiti della prevenzione e contrasto alla pedopornografia online, della protezione delle infrastrutture critiche di rilevanza nazionale, del financial cybercrime e di quelle relative alle minacce eversivo-terroristiche, riconducibili sia a forme di fondamentalismo religioso che a forme di estremismo politico ideologico, anche in contesti internazionali.
    A gennaio 2022, c'è stata un'operazione congiunta con l'ufficio di Catania che ha portato all'arresto di un 27enne della provincia dell'Aquila ritenuto esponsabile di atti sessuali con minore e produzione di materiale pedopornografico.
    Ad agosto, un 25enne dell'Aquila è stato arrestato perché responsabile di detenzione di materiale pedopornografico, riscontrato in una perquisizione domiciliare, in cui sono stati trovati 10mila file di immagini e video di minori abusati. In ottobre, il Centro operativo per la sicurezza cibernetica di Pescara ha portato a termine l'operazione "Poison", relativa alla condivisione su gruppi social di contenuti pedopornografici, nonché di violenza estrema e apologia del nazismo/fascismo; sono stati denunciati sette minori per diffusione e detenzione di materiale pedopornografico. Nel periodo di riferimento sono stati trattati 424 casi per adescamento online: anche quest'anno la fascia dei preadolescenti (età 10-13 anni) è quella più coinvolta in interazioni sessuali tecnomediate, 229 rispetto al totale. Si registra una leggera flessione anche dei casi di cyberbullismo con 323 casi rilevati contro i 458 dello 2021. Le attività hanno riguardato lo stalking online, il revenge porn, truffe finanziarie.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza