Accordo cantine Bosco-Prosit per piano sviluppo

Aumento di capitale del 25% per investimenti per quinquennio

(ANSA) - PESCARA, 30 LUG - Dalle colline di Nocciano, nell'entroterra pescarese, l'Azienda Vinicola Nestore Bosco con oltre 120 anni di attività e prima ad esportare il Montepulciano d'Abruzzo negli Stati Uniti, ha firmato un accordo con Prosit Spa che entra con un aumento di capitale iniziale con il 25% delle quote per supportare gli investimenti di un ambizioso piano di sviluppo quinquennale. Prosit ha come obiettivo principale quello di valorizzare cantine italiane di fascia Premium a gestione familiare già orientate ai mercati internazionali. "Abbiamo aderito al progetto - spiega la presidente di Cantine Nestore Bosco, Stefania Bosco, che gestisce l'azienda assieme al fratello - per la particolarità e l'innovazione che rappresenta Prosit nel mercato vinicolo globale. È nostro dovere trasformare questa congiuntura negativa in un'opportunità, avviando un piano di sviluppo a cinque anni.
    Per impostare e gestire al meglio questo percorso, abbiamo chiamato come ad un manager esperto come Giancarlo Di Ruscio, direttore per 20 anni di Cantina Tollo". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie