Ispettori del lavoro, controlli solo se garantite protezioni

Piccoli (Flp), per Fase 2 noi senza formazione e dispositivi

(ANSA)- Chieti 23 Apr - "Gli ispettori del lavoro da oggi anche in Abruzzo dovrebbero verificare nelle realtà produttive che stanno riaprendo che siano adottate le misure di prevenzione e contenimento del COVID 19, ma sono sprovvisti dei dispositivi di protezione, dovrebbero utilizzare la propria auto e soprattutto non hanno adeguata formazione. Per questo non siamo d'accordo". Lo ha detto Angelo Piccoli Coordinatore Generale della FLP, la Federazione dei lavoratori pubblici a tre giorni di distanza dal recepimento della circolare dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro adottata nonostante il dissenso delle organizzazioni sindacali che ne contestano la legittimità.
    "Abbiamo forti dubbi circa l'utilità della presenza di ispettori del lavoro per affiancare la Asl durante i controlli nelle aziende perché la maggior parte degli ispettori è di vigilanza ordinaria ; si tratta di laureati in giurisprudenza o economia che di prassi controllano l'applicazione delle norme di diritto del lavoro e quindi hanno una preparazione che non ha nulla a che vedere con le verifiche di sicurezza sui luoghi di lavoro".
    Nella circolare dell'Ispettorato nazionale è richiesta la volontarietà degli ispettori, ma il sindacato dei lavoratori pubblici non è comunque d'accordo poiché, dicono, la Costituzione italiana attribuisce tali competenze agli SPSAL regionali e solo per quello che riguarda i controlli dei cantieri edili, ferrovie e radiazioni ionizzanti la competenza è attribuita all' INL.
    "Non si è investito sulle assunzioni del personale ormai ridotto all'osso - spiega il coordinatore Piccoli - e ora si chiede a loro di svolgere un'attività nella quale non hanno competenza, ad alto rischio e senza i necessari mezzi di protezione.
    "La FLP - conclude Piccoli - non permetterà che gli ispettori siano carne da macello; ciò non vuol dire che non siamo disponibili a fare la nostra parte in questo momento davvero difficile per il nostro Paese, ma lo faremo solo se verranno messi in campo tutti i sistemi di protezione, auto di servizio, adeguata assicurazione e formazione adeguata allo svolgimento dell'attività che si dovrà svolgere. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie