Parma ricomincia dall'arte

La mostra Florilegium riapre la Capitale della Cultura

di Ida Bini PARMA

PARMA - Parma riprende il suo fitto programma artistico e lo prolunga per tutto il 2021. Con la riapertura dei musei e degli spostamenti tra le regioni, la città emiliana dà il via a mostre, passeggiate, concerti, incontri, visite ed eventi sempre nel segno della sicurezza.
    «Ogni apertura è una buona notizia verso la ripresa di una reale vita culturale per la città», ha commentato l'assessore alla cultura di Parma Michele Guerra. «Naturalmente in questa fase c'è anche una nuova responsabilità: non solo quella di offrire un servizio culturale, ma di farlo in sicurezza andando incontro al visitatore in modo ancora più accogliente e completo». Fino al 20 luglio l'oratorio di san Tiburzio ospita Florilegium, la prima personale della britannica Rebecca Louise Law. «La mostra rappresenta una ripartenza e un modo per ricordare chi non c'è più» ha affermato l'artista. E' un omaggio all'emergenza che stiamo vivendo e anche un elogio all'identità farmaceutica di Parma. L'esposizione, infatti, è installata nel complesso di san Tiburzio che include anche l'antica farmacia san Filippo Neri: il lavoro della Law, interessata al rapporto tra l'uomo e la natura che cambia, fa parte del progetto Pharmacopea, nato per creare nuovi itinerari turistici in città, recuperando spazi storici, materiali d'archivio e antichi erbari riemersi da un meticoloso lavoro di recupero. Rebecca Louise Law è famosa per le sue installazioni floreali larger-than-life e sculture site-specific, tutte opere che si trasformano e si evolvono anche durante l'esposizione stessa. L'ingresso gratuito alla mostra è dalle 10 alle 18, da giovedì a sabato.
    Dal 13 giugno al 16 agosto nelle sale del Palazzo Dalla Rosa Prati riparte anche la mostra Vincent Van Gogh Multimedia & Friends: in un percorso immersivo i capolavori del pittore olandese - ritratti, autoritratti, nature morte e paesaggi - riprendono vita grazie a nuove tecnologie e a supporti multimediali. Nella sala segreta, inoltre, ci si potrà immergere nei capolavori di Monet, Degas e Renoir, pittori amici di Van Gogh. Per rispettare le norme di sicurezza, infatti, gli ingressi saranno contingentati e scaglionati ogni 15 minuti e all'ingresso ci sarà un termoscanner per misurare la temperatura. La mostra è aperta dalle 9.30 alle 20, da lunedì a venerdì, e fino alle 21 il sabato e la domenica; il biglietto si acquista online: vangoghmultimediaexperience.it Fino al 30 settembre la chiesa di san Rocco ospita la mostra fotografica The Passion di Toni Campo mentre il complesso monumentale della Pilotta prolunga fino al 14 febbraio 2021 la mostra Fornasetti. Theatrum Mundi con centinaia di creazioni dell'atelier fondato da Piero Fornasetti che raccontano la classicità attraverso la lente del design contemporaneo.
    Tra i palazzi, le chiese e i monumenti che riaprono c'è anche la chiesa-carcere san Francesco del Prato, simbolo di Parma Capitale della Cultura: il gioiello gotico, prigione durante il periodo napoleonico, riparte con i lavori di restauro. Per maggiori informazioni: sanfrancescodelprato.it (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie