Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Veneto protagonista al Vinitaly, 4 ministri ad inaugurare lo stand con Zaia

ANSAcom

Veneto protagonista al Vinitaly, 4 ministri ad inaugurare lo stand con Zaia

ANSAcom

In collaborazione con giunta regionale veneto

Governatore, siamo regione top per l'export, da qui 36% vendite all'estero

02 aprile 2023, 16:32

ANSAcom

ANSACheck

Vinitaly: Zaia, qui la 'Babilonia ' del vino - RIPRODUZIONE RISERVATA

Vinitaly: Zaia, qui la  'Babilonia ' del vino - RIPRODUZIONE RISERVATA
Vinitaly: Zaia, qui la 'Babilonia ' del vino - RIPRODUZIONE RISERVATA

ANSAcom - In collaborazione con giunta regionale veneto

Quattro ministri hanno tenuto a battesimo, assieme al governatore Luca Zaia, all’inaugurazione dello stand della Regione Veneto a Vinitaly. L’area istituzionale della Regione, al centro del padiglione che ospita interamente produttori veneti, è un appuntamento tradizionale alla più grande rassegna mondiale dedicata al comparto vitivinicolo in corso ma Veronafiere fino a mercoledì 5 aprile. “Qui c’è mezzo governo, il Veneto è numero 1” ha chiosato Zaia al taglio del nastro. “Questa è l’edizione di Vinitaly del secolo – ha spiegato – lo si vede dal numero di espositori, 4.000 con 30 paesi rappresentati, ci sono 1.000 top buyers, raddoppiati rispetto all’anno scorso e provengono da 68 nazioni del mondo. Ma soprattutto ricordiamo che il Veneto rappresenta oggi il 36% dell’export nazionale“ “I dati parlano chiaro – ha spiegato Zaia -. Il Veneto è la regione dove si produce più vino in Italia e quella che esporta di più nel mondo. In una superficie viticola che ha raggiunto quasi i 100mila ettari abbiamo chiuso l’annata con 12 milioni di ettolitri di vino e un fatturato da record di 2,84 miliardi di euro. Una crescita del +13,4% rispetto al 2021- prosegue il Presidente -. Sono indicatori di un comparto produttivo che intende continuare a imporsi per la qualità di un prodotto di cui il territorio è il miglior brand. Bisogna sottolineare che sono numeri raggiunti nonostante le numerose criticità, dalla siccità alla crisi energetica passando al rincaro dei costi delle materie prime. Ancora una volta, però, diamo la conferma che il vino è uno dei fattori più importanti della nostra economia e il lavoro di agricoltori e imprese contribuisce alla crescita del comparto”. “Se andassimo a guardare la classifica internazionale – ha rilevato il governatore Zaia – vedremmo Francia, Italia, Spagna e poi la quota del Veneto, e a seguire Australia e Cile. Tanto per dare una dimensione del fatto che se Vinitaly nasce in Veneto, un motivo c’è”. Uno stand affollatissimo, quello della Regione Veneto a Veronafiere, dove all’ingresso campeggia un grande leone di San Marco. “Quest’anno è stato allestito un programma di alto livello, in grado di legare il mondo del vino con eventi fortemente evocativi, fra cui il Giro d’Italia: saranno, infatti, presentate proprio al Vinitaly le tappe venete della Corsa Rosa. E poi conferenze, eventi, dibattiti, inaugurazioni: ‘casa veneto’ offrirà un calendario di eventi intenso, di alto livello culturale e promozionale” ha ricordato il presidente Zaia ribadendo che la nutrita presenza di esponenti del governo Meloni “è anche la volontà di evidenziare che siamo un punto di riferimento nazionale. La prova è che nella giornata inaugurale abbiamo ospitato il presidente della Repubblica di Serbia, Aleksandar Vučić, con Edi Rama, primo ministro dell’Albania, e Dimitar Kovachevski, premier della Macedonia del Nord”. “Siamo sempre i numeri 1, non si discute su questo” ha concluso Zaia.

ANSAcom - In collaborazione con giunta regionale veneto

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza