La crosta terrestre generata da una pioggia di meteoriti

Spiegata così l'origine delle rocce più antiche

Redazione ANSA

Sarebbe stato un terribile bombardamento di meteoriti, avvenuto 4,2 miliardi di anni fa, a forgiare e formare la crosta terrestre. Questa l'ipotesi che spiegherebbe l'origine delle enigmatiche rocce, ricche di silice, trovate in Canada, in quella che è la più antica formazione rocciosa terrestre. Lo spiega il gruppo della Curtin University di Perth sulla rivista Nature Geoscience.

Le alte temperature necessarie a fondere la crosta terrestre poco profonda sarebbero quindi state causate da una pioggia di meteoriti caduta circa mezzo miliardo di anni dopo la formazione del pianeta. Tutto ciò avrebbe sciolto la crosta ricca di ferro e formato le rocce di granito che ci sono tuttora sulla Terra. Il nostro pianeta, ai suoi albori, 'indossava' un manto composto principalmente di rocce scure, povere di silice (dette mafiche). Le rocce trovate in Canada sono invece ricche di silice (o felsiche).

"Il nostro modello dimostra che queste rocce derivano dallo scioglimento di quelle pre-esistenti, basaltiche e ricche di ferro, che si sono formate sugli strati più alti della crosta della Terra primitiva", precisa Tim Johnson, coordinatore dello studio. Secondo i ricercatori le rocce originali, povere di silice, devono essersi parzialmente sciolte a basse pressioni. Ma per generare le prime rocce ricche di silice deve esserci stato un evento così potente e speciale da generare temperature di 900°, come appunto il riscaldamento causato da un bombardamento di meteoriti.

"Pensiamo che le rocce nello strato meno profondo della crosta terrestre si siano sciolte producendo le rocce che vediamo oggi - conclude -. Queste antiche rocce felsiche devono essere state molto comuni, anche se dopo 4 miliardi di anni e lo sviluppo delle placche tettoniche, non ne rimane quasi nessuna".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: