Salone di Ginevra 2019, velocità e prezzi folli

Hypercar che superano i 400 all'ora e listini oltre 6 milioni

Andrea Silvuni

C'è un settore, nel mondo dell'auto, che non conosce crisi, che non risente del rallentamento del mercato cinese, della brexit, dei sempre più stringenti limiti sulle emissioni. E' quello delle super sportive o, meglio delle hypercar dove tutto è 'oltre' al normale, dal prezzo alle prestazioni. Al Salone di Ginevra oggi si sono visti volti sorridenti praticamente solo negli stand dei grandi nomi della 'velocità e della esclusività - Ferrari, Lamborghini, Porsche, McLaren e Aston Martin - ma anche in quelli di costruttori che sono definiti minori ma che in termini di redditività non hanno nulla da invidiare ai marchi top. Le auto di Pagani, Koenigsegg, Ginetta, Rimac, Singer e di diversi altri, compresi numerosi 'trasformatori' di carrozzerie, si vendono bene e non risentono né delle oscillazioni monetarie né delle politiche ambientaliste ormai diffuse in molti Paesi.

 

Basta dare un'occhiata ai resoconti aziendali del 2018 per rendersi conto che c'è davvero da essere soddisfatti: come ricorda il magazine specializzato Caradisiac, Porsche ha venduto nel 2018 fra 911 e 718 qualcosa come 59.000 supersportive su un totale di 256.000. Ferrari ha guadagnato il 10%, consegnando 9.251 vetture. Lamborghini ha chiuso a 5.750 immatricolazioni, in crescita del 51% rispetto al 2017 con Huracan modello più venduto a 2.780 unità. La britannica McLaren ha raggiunto un nuovo record con 4.806 vendite, ovvero il 44% in più e Aston Martin ha annunciato un incremento del 25%, con 6.441 registrazioni.

 

A Ginevra si sono viste molte novità 'allettanti' per questi facoltosi clienti che già oggi - mescolandosi con improbabili accrediti stampa - si sono aggirati fra modelli da brivido. La più incredibile è evidentemente La Voiture Noire firmata da Bugatti, un modello celebrativo dei 110 anni della Casa che è stato prodotto in esemplare unico per il costo record di 16,5 milioni di euro (la cifra più alta fra le vetture omologate stradali, che batte la Rolls-Royce Sweptil arrivata a quota 12 milioni).

 Ma la folla si è assiepata a vedere l'inedita Ferrari F8 Tributo, la Lamborghini Huracan EVO Spyder, l' Aston Martin AM-RB 003 e la McLaren 720S, modelli sempre più perfezionati, più potenti e naturalmente anche più costosi. Ne è un esempio l'altra hypercar McLaren, la Speedtail dotata di motore twin-turbo V8 e sezione ibrida per un totale di 1050 Cv e una velocità massima di 403 km/h, prodotta in 106 copie da 2 milioni di euro l'una , tutte vendute prima del lancio

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie