Guida su neve, anticipare situazioni e muoversi con fluidità

Per pilota Jordi Gené "fondamentale usare il freno motore"

Redazione ANSA ROMA

"Con neve e ghiaccio usare il freno motore è fondamentale". Lo ricorda Jordi Gené, pilota spagnolo che ha partecipato tra il 2005 e il 2010 al WTC e che è ora consulente di Seat e del suo brand sportivo Cupra. Mentre guida sulla neve una Leon X-Perience a trazione integrale 4Drive, Gené ricorda come "anticipare le situazioni e guidare con fluidità sono le regole base per circolare in condizioni avverse".

E spiega come affrontare una discesa, sia che si tratti di un passo di montagna ma anche di un tratto urbano. "Usare il freno motore è fondamentale - dice il pilota spagnolo - In pendenza, occorre guidare usando marce corte aiuta inoltre a gestire l'auto senza che i freni ne risentano eccessivamente".

Quando si guida sulla neve, è poi necessario prestare particolare attenzione sui tratti di carreggiata all'ombra: "Dove non arriva il sole, si possono nascondere lastre di ghiaccio. L'importante - avverte Gené - è mantenere la calma ed evitare manovre brusche. Bisogna sterzare con la massima dolcezza e schiacciare leggermente il pedale del freno, finché non si supera il punto critico e l'auto guadagna nuovamente aderenza".

Attenzione in caso di nevicata anche alla riduzione della viabilità: "I fendinebbia non vanno mai accesi. Queste luci sono da utilizzare infatti solo in caso di una fitta coltre di nebbia o pioggia, ma nella neve possono abbagliare gli altri automobilisti e lo stesso guidatore, se non utilizzati correttamente".

Una volta arrivati a destinazione, con neve e ghiaccio bisogna prestare attenzione anche al parcheggio, e non solo al fatto di non lasciare l'auto in corrispondenza di un tetto, da cui potrebbero precipitare pesanti blocchi di neve. Gené ricorda che bisogna evitare assolutamente che l'auto si possa spostare, e quindi fare attenzione a lasciare il cambio in posizione P, se il cambio è automatico, o in prima, se è manuale.

Se si lascia l'auto parcheggiata in presenza di basse temperature e precipitazioni, il pilota consiglia di "alzare i tergicristalli dal parabrezza, per evitare che restino attaccati al vetro in caso di calo repentino della temperatura".

E nel concludere la sua breve lezione di guida invernale, ripete le norme basilari, come controllare l'auto prima di partire, avere a bordo le catene e aumentare sempre la distanza di sicurezza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie