Mercedes Classe S, l'ammiraglia ipertecnologica della Stella

Anteprima europea al salone di Padova

Redazione ANSA Padova

Tradizione e innovazione: da oltre cento anno è la berlina di rappresentanza per eccellenza, dal 1951 è diventata un punto di riferimento nel segmento delle ammiraglie anche se la denominazione S è arrivata solo nel '72. Con oltre 4 milioni di unità e ben 500mila dell'ultima generazione, la flagship della Stella è stata da sempre la vettura che ha portato alla ribalta le ultime novità di casa Mercedes, poi introdotte man mano su tutta la gamma. La settima generazione dell'ammiraglia di lusso, disponibile nella versione a passo corto e lungo, sarà in vendita da gennaio a partire da 107.644 euro (Iva e messa su strada incluse), con motorizzazione diesel ed ibrido-benzina EQ Boost.

Le novità principali della nuova generazione dell'ammiraglia, riguardano sicuramente la tecnologia, sia per quanto riguarda l'info-intrattenimento che per quanto concerne la sicurezza con una guida autonoma di livello 3.

Con la seconda generazione di MBUX (Mercedes-Benz User Experience), il sistema introdotto su Classe A, Mercedes pone le basi per un nuovo approccio nell'interfaccia tra guidatore, passeggeri e auto: sono disponibili fino a cinque schermi, alcuni con tecnologia OLED. Con la semplice pressione di un tasto, il nuovo display 3D per il conducente permette per la prima volta di cogliere l'ambiente in modo tridimensionale, ottenendo un autentico effetto di profondità mediante tracciamento dei movimenti oculari. Anche il display head-up di generose dimensioni, con contenuti a Realtà Aumentata, è un equipaggiamento di spicco, che durante la navigazione, ad esempio, proietta sulla carreggiata frecce di svolta animate in modo virtuale e preciso. Servendosi di telecamere nel gruppo di comandi sul tetto e di algoritmi con capacità di apprendimento, l'assistente per interni MBUX è in grado di interpretare i comandi impartiti con la direzione della testa, i movimenti delle mani e il linguaggio corporeo e di reagire attivando le relative funzioni della vettura. L'illuminazione di atmosfera attiva con circa 250 LED è integrata nei sistemi di assistenza alla guida, supportando i loro segnali di avvertimento a livello ottico. Inoltre il comando della climatizzazione o dell'assistente vocale "HeyMercedes" può fornire un feedback luminoso. L'ultimissima generazione del pacchetto sistemi di assistenza alla guida di serie prevede funzioni nuove e molte altre perfezionate. Grazie all'asse posteriore sterzante, Classe S si muove in città con la stessa agilità di un'auto compatta. L'angolo di sterzata sull'asse posteriore arriva fino a dieci gradi. Con l'asse posteriore sterzante il diametro di volta di Classe S si riduce anche di 2 metri. Oltre 50 componenti elettronici della nuova Classe S possono essere aggiornati 'over the air' con il nuovo software; tra questi figurano il sistema di Infotainment MBUX completo, il display del conducente, i sistemi di assistenza alla guida e i sistemi di illuminazione Multibeam Led e Digital Light. Grazie a questa tecnologia il cliente risparmia tempo, perché non deve recarsi in officina. In caso di impatto laterale imminente con un'altra vettura, la carrozzeria è in grado di sollevarsi nel giro di poche frazioni di secondo, grazie all'assetto E-Active Body Control. Si tratta di una nuova funzione del Pre-Safe impulse side. In questo modo si possono ridurre le sollecitazioni per gli occupanti, dal momento che l'impatto viene deviato sulle strutture resistenti della sezione inferiore dell'auto. A partire indicativamente dalla seconda metà del 2021 la Classe S dotata del nuovo sistema Drive Pilot sarà in grado di guidare in modo semi-autonomo in presenza di un volume di traffico elevato o in coda su tratti autostradali adatti in Germania.

Rispetto al modello precedente, nuova S è più lunga di 54 mm e più alta di 10 mm con un volume del bagagliaio che è cresciuto di 20 litri, arrivando a 550 litri. Con un valore di Cx che parte da 0,22 Classe S è una delle auto più aerodinamiche in assoluto. La ''migliore automobile al mondo'', così come è stata da molti definita, si presenta sul mercato italiano in tre allestimenti: Business, Premium e Premium Plus, nelle versioni diesel S 350 d, S 350 d 4MATIC, S400 d 4MATIC, e nella versione ibrida a benzina S 450 4MATIC e 500 4MATIC EQ Boost.

Per ripercorrere alcune delle grandi rivoluzioni introdotte da questo modello, le cui origini risalgono al 1951 con il debutto della 220 (W 187), a Padova la casa della Stella ha mostrato in anteprima europea la nuova S al fianco dei modelli più significativi della sua storia. Una preziosa selezione di 'oldtimer' curata dal Mercedes-Benz Registro Italia. A partire dalla W186 'Adenauer', cancelliere tedesco che per tutto il tempo del suo mandato utilizzò esclusivamente questa vettura, anche nei viaggi all'estero. In mostra a Padova anche una W 111 220 SE 'Codine' del 1963, che porta a bordo per la prima volta il nuovo brevetto di Béla Barényi: una robusta cella di protezione per i passeggeri con zone di deformazione nella parte anteriore e posteriore. Infine due esemplari unici: una 300 SEL 6.3 (W 109) del 1968 e una 500 SEL (W 126) del 1983, nata dalla matita di Bruno Sacco, è la prima Mercedes a rinunciare ai tradizionali paraurti cromati, sostituiti da paraurti deformabili in materiale sintetico, in grado di resistere ai piccoli urti in fase di manovra.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie