Opel, per i suoi primi 20 anni Vivaro si fa elettrico

Tre generazioni, disponibile in tutte le taglie

Redazione ANSA ROMA

 Ha debuttato in anteprima al salone di Francoforte nel 2000 e ora, esattamente a distanza di 20 anni, arriva nella versione completamente elettrica. Si chiamerà Vivaro-e, primo veicolo commerciale a zero emissioni della Casa tedesca, ideale per le attività di consegna di beni e per il trasporto persone a breve e medio raggio.

La prima generazione (Vivaro-A), introdotta nel 2001 in sostituzione del precedente Opel Arena, si segnalava a prima vista per l'originalità della linea, caratterizzata dall'inconfondibile 'jumbo roof' - un rialzo del tetto in corrispondenza della cabina studiato per ospitare meglio persone di alta statura - per il comportamento su strada e la maneggevolezza simili a quelli di un'autovettura.


Nel gennaio 2002, poi, Opel Vivaro veniva eletto International Van of the Year, precedendo il più piccolo Opel Combo, da una giuria formata da giornalisti specializzati di venti Paesi europei, invitati a valutare dieci diversi veicoli commerciali di massa complessiva (MTT) non superiore a 3,5 tonnellate. La seconda generazione, che debuttò sul mercato nell'agosto del 2014, era caratterizza da un importante restyling con il quale spariva il "jumbo roof" in corrispondenza della cabina guida e la carrozzeria assumeva un andamento più lineare, mentre il frontale era completamente rivisitato con l'arrivo di nuovi gruppi ottici dal disegno più spigoloso.

La terza generazione arriva invece nella primavera 2019 sulla base della piattaforma EMP2 di PSA, così come nuova Opel Zafira Life e Grandland X. Al debutto la gamma Opel Vivaro-C è stata equipaggiata con 5 diversi turbodiesel Common Rail realizzati sulla base di due unità a gasolio: il 1,5 litri da 102 CV e da 120 CV e il 2,0 litri da 122 CV, 150 CV e 177 CV. Quest'ultimo è abbinato a una trasmissione automatica a 8 rapporti e gli altri a un cambio manuale a 6 marce. La terza generazione di Opel Vivaro è disponibile con carrozzeria furgone, doppia Cabina e trasporto persone in 2 varianti di passo e 3 di lunghezza La produzione ha luogo nello stabilimento inglese di Luton, in Gran Bretagna, e nello stabilimento russo di Kaluga per il solo mercato locale.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie