Auto: mercato Italia recupera in agosto, -0,43% vendite

Fca, -2,65%. Da inizio anno la flessione del settore è del 38,9%

Redazione ANSA TORINO

Il mercato italiano dell'auto recupera nel mese di agosto. Le immatricolazioni - secondo i dati del ministero dei Trasporti - sono state 88.801 autovetture, con un calo dello 0,43% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. Da inizio anno le auto vendute sono 809.655, il 38,9% in meno dell'analogo periodo del 2019.

Auto: Fca, -2,65% vendite agosto in Italia
Il gruppo Fca ha venduto nel mese di agosto in Italia 20.286 auto, il 2,65% in meno dello stesso mese del 2019. La quota di mercato è pari al 22,84% (-0,52%). Negli otto mesi il gruppo ha immatricolato 190.075 vetture, con una flessione del 40,9% sull'analogo periodo dell'anno scorso e una quota pari al 23,48% (-0,80%). Positivi i risultati ottenuti nel mese di agosto da Jeep e da Alfa Romeo: il primo brand nel mese ha immatricolato quasi 4.500 vetture, l'8,3% in più in confronto al 2019, con una quota del 5%, in crescita rispetto allo stesso mese di un anno fa di 0,4 punti percentuali, mentre il Biscione ha venduto oltre 1.300 veicoli (il 14,1% in più rispetto all'anno scorso) e ha una quota dell'1,5%, in aumento di 0,2 punti percentuali. Fiat in agosto registra più di 12.200 vetture per una quota del 13,8% mentre Lancia immatricola quasi 2.300 auto per una quota al 2,6%. Sono 5 i modelli Fca tra le 'top ten' delle auto più vendute in agosto, con ben tre vetture sul podio: prima la Fiat Panda che con oltre 5.300 immatricolazioni si conferma leader delle vendite in Italia e nel segmento A di cui detiene il 39,2% di quota. Insieme con Fiat 500 - seconda nel segmento A - raggiunge nella categoria una quota del 52,2%. Seconda tra le top ten la Fiat 500X, prima nel suo segmento con una quota del 12,8%. Terza la Lancia Ypsilon, prima anche del segmento B con una quota del 12,2% che con la versione ibrida continua il suo lungo successo. Infine, completano la presenza di Fca nella top ten due Jeep: la Renegade (seconda nel suo segmento, dietro la 500X, con il 10,3% di quota) e la Compass, prima della sua categoria con il 10,9% di quota. Entrambe sono disponibili anche nelle versioni ibride plug-in 4xe, prodotte a Melfi. Tra le Alfa Romeo, da segnalare il risultato della Stelvio, la più venduta nel suo segmento con il 19,9% di quota. Negativa la situazione degli otto mesi. Tutte le attività commerciali di Fca sono state congelate dai primi di marzo fino a maggio inoltrato, quindi i dati del 2020 non sono significativi se confrontati con quelli dell'anno scorso.

Auto: Promotor, grazie a incentivi mercato migliora
"Grazie agli emendamenti al Decreto Rilancio, in agosto le immatricolazioni di auto sono ritornate sui livelli del 2019. E' in via di superamento la fase orribile del mercato che ha visto cadute dell'85% in marzo e del 98% in aprile". Lo sottolinea il Centro Studi Promotor che stima per i primi sette mesi una perdita di fatturato per il settore di 9,6 miliardi e un calo del gettito Iva per l'Erario di 2,1 milioni. "Il merito del ritorno a livelli di vendita normali - spiega il Csp - è dovuto all'estensione degli incentivi, con gli emendamenti presentati in sede di conversione in legge del Decreto Rilancio, anche alle vetture con alimentazione a benzina o gasolio ed emissioni non superiori a 110 g/km di CO2. Gli incentivi alle sole vetture ad emissioni zero, in vigore nel 2019 e potenziati nel 2020, si sono rivelati utili per favorire l'auto elettrica, ma non sono sufficienti per rilanciare l'intero mercato dell'auto in cui le immatricolazioni di vetture non elettriche sono ancora il 98%". Il Centro Studi Promotor parla di "difficoltà burocratiche nell'avvio dei nuovi incentivi" che hanno impedito che il risultato di agosto fosse migliore. "Il ritorno ai livelli del 2019 è un obiettivo importante, ma serve una forte spinta per recuperare il calo dei primi otto mesi che è di ben 516.049 auto (-38,9%). Il superamento delle difficoltà burocratiche dovrebbe consentire da settembre di recuperare, almeno parzialmente, questo calo. Ne sono convinti anche i concessionari". Dall'inchiesta mensile del Csp emerge che nel mese scorso la raccolta di ordini è stata normale o alta per il 79% dei concessionari, l'87% giudica normale o alto l'afflusso di potenziali interessati nei saloni di vendita e il 91% stima stabile o in aumento le vendite nei prossimi mesi. Inoltre l'indicatore di fiducia degli operatori auto ha toccato in agosto quota 53,20. "Si tratta di uno dei valori più alti da gennaio del 1993", commenta Gian Primo Quagliano, presidente del Csp.

Auto: Unrae, primi segnali arresto emorragia per mercato
"Nel mese di agosto (-0,4%) si riscontrano i primi segni di arresto dell'emorragia dopo mesi di recessione. I ritmi del rinnovo del parco circolante restano, però, ancora bassissimi, e per raggiungere un livello di mercato normale sarà più che mai necessario proseguire nel solco tracciato nelle ultime settimane con l'erogazione degli incentivi per l'acquisto di veicoli a basse emissioni". Così Michele Crisci, presidente dell'Unrae, l'associazione delle case automobilistiche estere, commenta i risultati del mercato di agosto, "Il mercato - oserva - ha reagito positivamente grazie ai recenti innesti normativi che hanno accompagnato molti consumatori alla sostituzione della propria vettura. Questo, nonostante il cambio repentino delle norme in vigore e oltre 15 giorni di inoperatività della piattaforma di Invitalia per i nuovi incentivi abbiano creato inevitabili disagi alla clientela e agli operatori del settore. In particolare, questi ultimi sono stati infatti costretti a lavorare nell'incertezza più totale rispetto alla capienza e al residuo dei fondi e, quindi, a post-processare tutta la produzione della seconda metà di agosto". L'Unrae ha manifestato da subito "favore verso il sostanzioso rifinanziamento del fondo ecobonus, ma forte perplessità in merito alla sua suddivisione dei finanziamenti in 3 plafond, che sono disconnessi dalle reali segmentazioni di mercato e rischiano, quindi, di frenare le libere scelte dei consumatori" e auspica che "le istituzioni possano individuare tempestivamente una strategia di lungo periodo consistente ed efficace per svecchiare il parco circolante in linea con i progetti e i target definiti dall'Unione Europea".

Auto: Anfia, bene incentivi, ora misure strutturali settore
"Per la prima volta da inizio anno, ad agosto il mercato auto italiano rimane sostanzialmente stabile (-0,4%), dopo i pesanti cali a doppia cifra registrati per 5 mesi consecutivi, da marzo a luglio. Sicuramente si tratta di un primo segnale positivo e di speranza per una graduale ripresa del settore automotive, con risultati di mercato in progressivo miglioramento di qui a fine anno". E' il commento Paolo Scudieri, presidente dell'Anfia. "Con il Decreto Legge 'Agosto', il fondo che finanzia la misura Ecobonus è stato ulteriormente incrementato di 400 milioni di euro per il 2020, di cui 300 destinati esclusivamente alla misura di incentivazione prevista dal precedente Dl Rilancio. In questo modo la spinta allo smaltimento degli stock di vetture accumulati nei mesi di lockdown si coniuga con l'attenzione al rinnovo del parco circolante nel segno della sostenibilità ambientale, secondo il dettato europeo. Permane, tuttavia, la necessità di prevedere una misura per far ripartire anche per il mercato dei veicoli commerciali leggeri. L'Anfia non può che dirsi soddisfatta del lavoro di questi ultimi mesi a fianco del Governo e delle misure introdotte in tema di incentivazione del mercato auto. Ora, l'auspicio è di collaborare in maniera ugualmente efficace su un pacchetto di misure strutturali per il settore automotive da proporre per accedere alle risorse del Recovery Fund, un'opportunità da non perdere per favorire la transizione ecologica, energetica e digitale del Paese".

Auto: Anfia, +241% segmento ibride ed elettriche in agosto
Continua la crescita del segmento delle autovetture ibride ed elettriche, +241% ad agosto e +49% da inizio 2020. Lo afferma l'Anfia sottolineando che Anche ad agosto, la versione ibrida della Panda risulta il modello più venduto tra tutte le vetture ibride Tra queste, le autovetture ibride mild e full crescono del 225% nel mese, con una quota di mercato del 15%, e del 36,7% nei primi otto mesi del 2020, con una quota dell'11% (più del doppio rispetto allo stesso periodo del 2019). Le ricaricabili vendute ad agosto 2020 sono il 320% in più rispetto ad agosto 2019, grazie alle forti variazioni positive sia delle autovetture elettriche (+255% e 2,1% di quota), che, soprattutto, delle ibride plug-in (+433% e 1,8% di quota), le quali, insieme, rappresentano, il 3,9% del mercato ad agosto e il 2,8% nei primi otto mesi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie