Petronas sceglie sede di Torino come quartier generale EMEA

Importante decisione società petrolifera nazionale della Malesia

Redazione ANSA ROMA

Petronas, società petrolifera nazionale della Malesia, ha scelto l'attuale sede torinese di Petronas Lubricants International (PLI), la divisione dedicata allo sviluppo, alla produzione e alla commercializzazione di lubrificanti della marca, quale quartier generale per operare in tutti i mercati dell'area EMEA (Europe, Middle East e Africa). Si conferma così il ruolo strategico dell'Italia nel piano di sviluppo industriale internazionale del Gruppo Malese, a conclusione di un iter avviato da tempo.

L'acquisizione della responsabilità di quartier generale EMEA da parte dell'azienda di Santena (TO), che già ospita il centro globale di ricerca e tecnologia Petronas, la eleva - si legge nella nota - a polo di assoluto riferimento nel mondo dei lubrificanti ad alto contenuto tecnologico. Nella sua nuova funzione, il centro direzionale torinese vede aumentare il numero complessivo dei dipendenti diretti a 924 unità.

Ai 910 lavoratori europei già in organigramma - di cui 555 in Italia suddivisi tra Santena e Napoli - se ne aggiungono infatti altri 11 negli Emirati Arabi e 3 in Egitto. ''La designazione ufficiale di quartier generale EMEA - ha commentato Domenico Ciaglia, managing director EMEA region - non solo ci rende orgogliosi, ma rappresenta anche un importante tassello nel nuovo modello organizzativo, finalizzato a rendere l'azienda più agile e capace di rispondere rapidamente alle richieste dei settori in cui operiamo e dei nostri clienti OEM, per i quali sviluppiamo lubrificanti e fluidi funzionali espressamente dedicati. Centralizzare le attività strategiche, definire ruoli chiari e creare team interfunzionali: queste le leve su cui riteniamo si debba lavorare. Solo un'organizzazione focalizzata sul cliente, aperta al cambiamento e reattiva agli stimoli esterni - ha concluso Ciaglia - può oggi confrontarsi con successo su mercati sempre più complessi''. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie