Coronavirus: effetto pandemia su vendite Mercedes, giù smart

Marchio registra crollo dovuto anche a switch full electric

Redazione ANSA ROMA

 L'emergenza Coronavirus fa sentire i suoi effetti sui bilanci trimestrali delle vendite di auto.

Dopo un buon inizio dell'anno, a gennaio, Mercedes Benz ha chiuso il primo trimestre con vendite al dettaglio in tutto il mondo di 477.378 auto (-14,9%). Per il marchio smart, la progressiva eliminazione dei modelli termici e il passaggio definitivo alla guida full electric ha avuto un forte impatto sulle vendite: nel trimestre in tutto il mondo sono state consegnate ai clienti 5.863 unità con un calo attestato del 78,3%. Anche le vendite di unità commerciali di furgoni (Citan, Vito e Sprinter) dopo numeri rassicuranti messi a segno a gennaio, hanno registrato nel trimestre un calo del 14,9% per un totale di 64.588 unità.

Gli effetti della pandemia, hanno avuto un peso significativo sui mercati di Europa ed America, nonostante un inizio roseo nel 2020: le condizioni difficili hanno comunque consentito alle divisioni Mercedes-Benz Cars & Vans di vendite un totale di 547.829 unità nel primo trimestre.

''L'anno 2020 è iniziato bene e siamo stati in grado di aumentare le vendite delle nostre serie di modelli principali soprattutto a gennaio. L'impatto della crisi della corona ha gravemente indebolito le vendite delle nostre unità già a marzo, e pertanto non abbiamo raggiunto i nostri obiettivi prefissati nel primo trimestre. Tuttavia, abbiamo ottenuto un ottimo risultato, soprattutto in Germania. Il feedback dei clienti è stato positivo e stiamo vedendo in questo momento il contributo dei nostri prodotti nella nostra vita di tutti i giorni, che si tratti di ambulanze, di servizi alla polizia o di servizi di consegna e artigiani. Rimarremo coerenti sul nostro corso per quanto riguarda la mobilità elettrica e altre pianificazioni future'' ha affermato Marcus Breitschwerdt, responsabile di Furgoni Mercedes-Benz.

In dettaglio, in Europa, sono state 188.963 le auto della Stella consegnate ai clienti nel primo trimestre (-15,9%). In Germania, Mercedes-Benz ha venduto 64.332 auto nei mesi da gennaio a marzo (-8,8%). Nel suo mercato interno, Mercedes-Benz è stata la marca di auto premium con il maggior numero di immatricolazioni di auto nuove nel primo trimestre, con prestazioni migliori rispetto al mercato. Nella regione Asia-Pacifico, invece, il marchio di Stoccarda con la stella a tre punte ha chiuso i primi tre mesi dell'anno con 198.849 veicoli premium venduti (-17,1%). Nel suo più grande mercato, la Cina, Mercedes-Benz ha venduto 138.960 auto nel periodo da gennaio a marzo, il 20,3% in meno rispetto al livello dell'anno precedente. Le consegne del primo trimestre in Nord America sono state di 78.501 veicoli. Mercedes-Benz ha consegnato un totale di 67.746 automobili premium nel mercato degli Stati Uniti, diventando così il marchio premium più venduto negli Stati Uniti da gennaio a marzo (-4,8%).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie