Nokian WetProof, la prova dello pneumatico estivo anti-acqua

A suo agio sul bagnato, evita acquaplaning. Frenata sempre pronta

Francesco Fabbri ROMA

Un acquazzone improvviso in una giornata d'estate. L'insidiosa brina dell'alba. L'asfalto polveroso reso viscido dalla pioggerella settembrina. E' nelle condizioni 'normalmente inusuali' che Nokian WetProof dà il meglio di sé: uno pneumatico estivo studiato appositamente per le mille variabili condizioni meteo dell'Europa centrale, con particolare attenzione alla sicurezza in frenata e alla resistenza all'acquaplaning.

Già leader nell'area settentrionale del Continente per le coperture invernali, la finlandese Nokian punta adesso al mercato del resto dell'Europa portando con sé il know-how e gli studi applicati nel corso dei decenni e lo pneumatico WetProof, declinato con le dovute differenze anche in versione SUV, è dedicato agli sbalzi climatici tipici di questa area geografica.

Non solo, dunque, il torrido estivo ma tutto quanto di lì si può verificare nell'ampia sfocatura dall'inizio primavera verso l'autunno e il primo inverno.

Nel corso del lungo test cui ANSA Motori ha sottoposto Nokian WetProof, abbiamo potuto apprezzare l'estrema versatilità del prodotto, messo alla non semplice prova su un crossover sette posti piuttosto datato e voluminoso, alto 1,60 cm, e pesante 1,6 tonnellate, mosso da un propulsore diesel 2 litri da 163 CV. Silenzioso nel rotolamento anche sulle strade veloci in condizioni meteo favorevoli, riesce repentinamente ad adattarsi ai cambiamenti atmosferici che possono verificarsi grazie alla capacità di 'aggrapparsi' all'asfalto in tutti i casi in cui sia reso viscido dall'acqua. Tutto merito della 'Dual zone': la parte più interna dello pneumatico è quella a maggior area di contatto con l'asfalto, mentre l'esterna drena l'acqua. Basta guardare il disegno del battistrada per intuirne il funzionamento. La Stability Zone, interna, agevola le manovre, garantendo maneggevolezza e stabilità del mezzo. La Wet Safety Zone, esterna, migliorare l'aderenza sul bagnato e la resistenza all'aquaplaning. Questa tecnologia, abbiamo testato, garantisce sicurezza e tranquillità in tutte le condizioni di guida. Unita poi a una ridotta resistenza al rotolamento, contribuisce all'abbattimento dei consumi di carburante ed è amica dell'ambiente.

Scendendo nel dettaglio, la tecnologia applicata alla resistenza all'acquaplaning passa attraverso un doppio disegno del battistrada. I solchi asimmetrici trasversali si aprono e si chiudono quando vengono a contatto con l'asfalto, esercitando una funzione di 'idrovora' verso l'esterno e convogliano l'acqua attraverso i canali longitudinali del battistrada. In caso di precipitazioni più violente, o di un fondo stradale molto bagnato, entrano invece in funzione i canali più esterni, che drenano l'acqua dai solchi longitudinali espellendola all'esterno.

La 'doppia anima' di Nokian WetProof trasmette dunque in chi è alla guida una sensazione di totale controllo della vettura e di conseguente tranquillità: davvero un buono spunto per iniziare un viaggio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie