1000 Miglia 2020, 4 tappe con partenza e traguardo a Brescia

Primo stop a Cervia, poi a Roma e Parma. Arrivo nella 'Leonessa'

Redazione ANSA BRESCIA

Una 1000 Miglia tutta particolare quella che si disputerà da domani pur nella situazione di difficoltà imposta dalla pandemia. Oltre alla collocazione autunnale nel calendario, la 'Freccia Rossa' con la sua carovana pluri-millionaria di auto storiche e da collezione affronterà infatti quest'anno un percorso rivisto per semplificare il transito nelle aree urbane (si saltano i passaggi da Firenze, Bologna e Modena) ma continuando a toccare località di grande fascino e bellezza unica. Domani 22 ottobre partenza - visibile in diretta streaming - da viale Venezia nella 'Leonessa' Brescia in direzione del fine tappa a Cervia - Milano Marittima passando per Desenzano, Sirmione, Villafranca di Verona, Mantova, Ferrara e Ravenna. La rievocazione della gara storica proseguirà venerdì 23 lungo le strade che, dalle sponde del Mar Adriatico, attraversano l'Appennino in direzione Roma dove via Veneto farà da passerella serale. I bolidi con i loro equipaggi toccheranno San Marino, Urbino, Fabriano, Macerata, Fermo, Ascoli Piceno e Rieti. Significativo, prima del transito in questa ultima città il passaggio da Amatrice, per rendere omaggio alle popolazioni colpite dal terremoto del 2016.

Il tempo di un breve riposo notturno nella Capitale e la 1000 Miglia ripartirà, sabato 24, alla volta di Parma, attraversando Toscana ed Emilia passando per Ronciglione, Viterbo, Radicofani e la Val d'Orcia. A Siena per la prima volta il pranzo dei piloti in 'distanziamento verrà ospitato nella bellissima piazza del Campo. Poi Lucca, Viareggio e, superando il passo della Cisa, si arriverà in serata a Parma. Conclusione domenica 25 ottobre con l'ultima tappa che prevede il passaggio per Salsomaggiore Terme, Castell'Arquato, Lodi, Pandino, Treviglio e Bergamo. La pedana di arrivo sarà collocata in viale Venezia a Brescia, dove tutto ebbe inizio novantatré anni fa con la prima Coppa delle 1000 Miglia. ''La 1000 Miglia ha sempre rappresentato il biglietto da visita di svariate eccellenze italiane - ha detto oggi durante la conferenza via web Aldo Bonomi, presidente dell'ic Brescia - e oggi intende essere uno dei portabandiera della ripresa del nostro Paese. Tutto ciò, in ogni caso, senza alcuna concessione alle misure di prevenzione nella battaglia contro il Covid-19''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie