Coronavirus: auto d'epoca e 4x4 le più ricercate online

A marzo 10 milioni di consultazioni online su Subito Motori

Redazione ANSA

In tempi di Coronavirus ci è concesso ancora sognare. Soprattutto quando l'argomento in questione è legato al mondo delle quattro ruote. Anche se guidare non è consentito (tranne in casi di somma urgenza), a marzo si sottolinea che sono state effettuate oltre dieci milioni di ricerche di auto su Subito Motori, la piattaforma che si occupa di compravendita online con oltre 13 milioni di utenti unici mensili. Auto d'epoca, youngtimer e brand di lusso sono state categorie maggiormente ricercate dagli italiani. In particolare, nel terzo mese dell'anno le ricerche per parola chiave registrate raccontano proprio la voglia di evasione degli italiani e il ruolo centrale delle passioni anche in questo momento così difficile. In sostanza, in questo momento la ricerca funzionale volta all'acquisto cede il passo all'intrattenimento, come dimostra l'aumento del tempo medio speso in pagina, che sale a 12 minuti e mezzo, con un incremento del +15% rispetto a febbraio. E come dimostrano i trend di ricerca: emergono prepotenti la passione e il sogno, con la crescita esponenziale del numero di ricerca delle relative parole chiave. Primo trend che emerge dalle ricerche degli italiani su Subito Motori è la passione per auto d'epoca e youngtimer, che è costantemente presente sulla piattaforma ma che nel mese di marzo è cresciuta in maniera vertiginosa: la keyword "auto d'epoca" sale di ben 237 posizioni rispetto al 2019, "epoca" di 47 e "ASI" di 22. Quando si parla di auto storiche, gli italiani si confermano particolarmente legati ai modelli che hanno fatto la storia e che hanno caratterizzato i desideri di intere generazioni. Tra questi spicca il Maggiolino della Volkswagen, vera e propria icona senza tempo. Non mancano poi le grandi auto di casa Alfa, vero e proprio love brand, con l'indimenticabile e insostituibile Giulia originale (+80 posizioni), l'Alfa 75 (+58), da molti considerata l'ultima ad aver conservato intatto quello spirito sportivo tanto amato dagli alfisti più affezionati, e l'Alfetta (+100). Tra le icone che appartengono alla categoria dei grandi classici anche la 500 originale (+65), quella prodotta dal 1957 al 1975. Seguono youngtimer come la 127 (+95), che segnò un salto in avanti grazie al suo stile più moderno spazioso, la Uno Turbo I.E.(+81), evoluzione sportiva della più classica Fiat Uno, e la Barchetta (+58), che segnò il ritorno sul mercato delle spider della casa madre. Indimenticabili poi le auto che hanno fatto la storia delle corse, come la Renault 5 GT Turbo (+87) e la Lancia Delta Integrale (+50). Se si guarda invece ai brand preferiti dagli italiani, sono sempre i marchi premium tedeschi a farla da padrone, con BMW, Mercedes e Audi ai primi posti delle ricerche, apprezzati da sempre per le loro prestazioni, la sicurezza e la sportività. Ma la vera tendenza sono i marchi aspirazionali, che registrano una crescita esponenziale: Porsche (+10), Ferrari (+27), Jaguar (+20), Maserati (+36), Lamborghini (+60) a conferma che mai quanto ora gli italiani sognano in grande, spingendosi a cercare anche marchi di lusso che grazie all'usato possono diventare più raggiungibili. Un trend che si riflette anche nell'aumento di ricerche di auto che nell'immaginario collettivo sono considerate inarrivabili, ma che alimentano il sogno di tanti appassionati. Tra queste, ampio spazio alla Ford Mustang (+97): tra le auto più apprezzate e vendute al mondo, è infatti diventata una vera e propria stella del cinema, così come la Camaro (+82) della Chevrolet, progettata per competere proprio con la Mustang. Crescono infine nelle ricerche degli italiani online i fuoristrada, complice forse la voglia di outdoor generata dal lockdown. Ai vertici delle ricerche troviamo il Pajero (+26) della Mitsubishi, il Defender (+17) della Land Rover, vero e proprio simbolo del dopoguerra e di cui ha sempre mantenuto il design originale anche nelle versioni successive, e la Jeep Wrangler (+55) dal 1987 considerata una delle poche jeep a poter essere definita "purosangue" dalla categoria per le sue elevate prestazioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie