Gino Rancati ricordato a Cremona con targa in piazza Roma

Sua città natale celebra grande giornalista scomparso nel 1998

Redazione ANSA ROMA

Cremona, con il mondo degli appassionati di auto e in generale dello sport, renderanno omaggio domani 30 novembre alla memoria di Gino Rancati, giornalista nato nella città del Torrazzo nel 1923 e scomparso nel 1998. Grazie all'iniziativa del Club Amatori Veicoli d'Epoca Cremona (Cavec) e dello scrittore Luca Dal Monte - già apprezzato uomo di comunicazione in Maserati nonché in Ferrari, Pirelli, Toyota e Peugeot - e con il patrocinio del Comune di Cremona, verrà collocata una targa commemorativa all'angolo tra via Guarneri del Gesù e piazza Roma dove Rancati è nato e cresciuto, ma soprattutto dove era situato il famoso Bar Giardino gestito dalla sua famiglia. La carriera di Gino Rancati ha spaziato dai quotidiani La Stampa al Giorno, e soprattutto in ambito televisivo dalla Rai di Milano e poi a quella di Torino, facendo incrociare il suo percorso professionale con tanti 'grandi' dell'automobile.

Da Enzo Ferrari, a cui ha dedicato il due libri 'Ferrari Lui' e 'Ferrari l'Unico' a Gianni Agnelli (di cui era anche consulente calcistico), da Battista Pininfarina ad Alexandro De Tomaso, da Dante Giacosa a Umberto Agnelli e Vittorio Ghidella. ''Rancati - ricorda il Cavec - è stato uno dei personaggi che più hanno contribuito a divulgare la cultura dell'auto per almeno un quarantennio nel secondo dopoguerra. Un periodo, questo iniziato con il boom economico nel quale l'auto si è affermata come conquista sociale sino a diventare poi, negli Anni '90, bene di consumo. In questo arco di tempo ci sono state grandissime innovazioni tecnologiche ma anche grandi storie umane che Gino Rancati ha saputo cogliere e raccontare in modo sublime''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie