Auto: Cna, nel 2020 immatricolazioni oltre -50%

Percorso verso mobilità elettrica sarà fortemente rallentato

Redazione ANSA ROMA

"Negli ultimi quattro mesi le nuove immatricolazioni di auto in Italia sono diminuite, rispetto al 2019, di oltre il 50%. Nel solo mese di aprile il differenziale, su aprile 2019, è del 97,6%", così il responsabile politiche industriali di Cna Mario Pagani, in audizione al Senato su automotive e transizione all'elettrico presso la Commissione Industria, commercio, turismo. "Ancora per qualche mese - ha proseguito - avremo a che fare con restrizioni e limitazioni di movimenti che non potranno non condizionare ulteriormente il mercato dell'auto. Il percorso che si era immaginato verso la mobilità elettrica sarà fortemente rallentato da queste restrizioni. Il crollo della domanda sta rallentando, e rallenterà, ancora gli investimenti delle imprese". In Italia, ha sottolineato Pagani, "poco meno del 60% del parco circolante è costituito da veicoli di classe euro 4 o inferiori. Una percentuale altissima che non possiamo pensare di riuscire a riconvertire in brevissimo tempo. Il costo delle vetture elettriche è ancora troppo elevato per riuscire ad avere un mercato consistente e raggiungere volumi importanti.
    Anche in riferimento all'obiettivo che ci si è dato, ovvero il 30% al 2030, rischia di essere difficilmente raggiungibile". Eppure, ha proseguito, "non abbiamo poca attenzione al tema delle auto non inquinanti. La percentuale di immatricolazione di queste vetture nel nostro Paese, nel 2019, è stata decisamente superiore rispetto a quella di altri Paesi a noi simili, quali Francia, Germania e Spagna", che sono attorno al 10%, "mentre noi arriviamo abbondantemente sopra il 15%, con un dato per l'Italia davvero interessante, che è una alta percentuale di auto a gas". "Dobbiamo riuscire a tenere aperta la strada anche a percorsi di ricerca che vadano al di là dell'elettrico", ha osservato Pagani, sottolineando anche come "alcune strade, a partire da quella dell'idrogeno, debbono continuare ad essere perseguite per cercare di essere il più possibile autonomi nelle scelte".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie