Ue-Mercosur: ancora problemi su vini, formaggi e Dop

Incontri in corso a Bruxelles per le fasi finali del negoziato

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 27 GIU - Aperture sostanziali e immediate per i vini e i prodotti lattiero-caseari, particolare attenzione ai prodotti Dop e Igp, posizione difensiva su riso e pollame.

Sono le questioni ancora aperte del negoziato Ue-Mercosur che interessano di più l'Italia, secondo diverse fonti europee. La trattativa, dopo oltre 20 anni, è arrivata alle fasi finali con un incontro di livello politico iniziato ieri sera, ripreso stamattina e ancora in corso, tra i vertici della Commissione Ue da un lato, e i ministri degli esteri di Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay dall'altro.

Sarebbe il primo accordo commerciale per i paesi del Mercosur, con le imprese europee che si avvantaggerebbero sui concorrenti globali in un mercato da 260 milioni di consumatori.

Già chiusi i capitoli su industria e servizi, dai quali si attende che un Paese manifatturiero esportatore come l'Italia possa trarre cospicuo vantaggio, i negoziatori stanno cercando di superare gli ostacoli del capitolo agricolo. Oltre a concessioni su vini e formaggi, l'Ue chiede standard sanitari e fitosanitari più robusti, e cerca una soluzione per la tutela di quattro denominazioni Dop e Igp 'contese', tra cui il Prosecco.

Sul riso lunedì scorso l'Italia ha presentato una dichiarazione al Consiglio Ue, invitando l'Ue a non fare ulteriori concessioni sul settore nei negoziati commerciali in corso e futuri. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: