Consigliere Pistoia, su Gkn Ue affronti delocalizzazioni

Incontro tra Tzitzikostas e giovani politici locali su Coesione

Redazione ANSA

BRUXELLES "La delocalizzazione è un problema cruciale nel mondo post-Covid e l'Unione europea deve lavorare insieme per trovare un modo economicamente sostenibile per fermare il 'social dumping' tra i Paesi": lo ha detto il consigliere comunale di Pistoia Lorenzo Galligani (Ecr), intervenendo ad una videoconferenza sulla coesione come valore europeo, organizzata nell'ambito del programma per i giovani politici eletti del Comitato europeo delle Regioni.

Galligani ha portato l'esempio della multinazionale inglese Gkn, produttrice di componenti per l'automotive, che a luglio aveva chiuso il proprio stabilimento di Campi Bisenzio (Firenze) e aperto la procedura di licenziamento collettivo per tutti i 422 dipendenti. Secondo il consigliere comunale toscano, infatti, i giovani non possono "immaginare un'Europa futura senza industrie e manifattura". Perciò va auspicata un'Unione europea che fornisca regole uniformi e sia "attore principale nel dibattito" su temi come il telelavoro e i contratti dei rider, ha aggiunto Galligani.

A questo proposito, la Conferenza sul futuro dell'Europa può essere l'occasione per affrontare la questione, come ha ricordato anche il presidente del CdR Apostolos Tzitzikostas. "Per favore usate questa opportunità", Tzitzikostas ha esortato i giovani. Il che "richiede accesso all'informazione, sforzo, coordinazione, competenze, ma soprattutto lo spirito".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: