L'Eurocamera chiede che nella politica di coesione si promuova la parità di genere

Adottata la relazione dell'eurodeputata Monika Vana dei Verdi

Redazione ANSA

BRUXELLES - Promuovere la parità di genere nella politica regionale dell'Ue, anche attraverso linee guida nazionali, supporto tecnico e valutazioni ad hoc sull'impatto dei finanziamenti europei. È la richiesta del Parlamento europeo contenuta in una relazione approvata in seduta plenaria con 390 voti a favore, 82 contrari e 212 astenuti. La relazione è stata redatta sulla base di una studio della commissione Sviluppo regionale sull'uguaglianza di genere nel periodo di programmazione 2014-2020.

"Tutti i programmi nella politica di coesione dovrebbero includere la parità di genere nelle varie fasi di preparazione, implementazione, monitoraggio e valutazione", ha detto l'eurodeputata austriaca dei Verdi, Monika Vana, responsabile della relazione, aggiungendo che vanno riconosciuti "tutti i limiti imposti alle donne in quanto principali addette al lavoro di cura specialmente durante la crisi di Covid, così come l'aumento della violenza domestica".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie