Recovery fund, tavola rotonda con eurodeputati italiani

Partecipa anche la sottosegretaria Laura Agea

Redazione ANSA

BRUXELLES - Le posizioni del Parlamento europeo, del governo italiano e delle delegazioni dei partiti italiani all’Eurocamera sul bilancio pluriennale e il Recovery Fund. Sarà il tema al centro della tavola rotonda che si terrà oggi a partire dalle 15 e che sarà trasmessa dalla pagina Facebook del Parlamento Ue in Italia e di ANSA Europa.

Prenderanno parte alla discussione la sottosegretaria di Stato alla presidenza del Consiglio dei Ministri con delega agli Affari europei, Laura Agea; il presidente della Commissione Affari Costituzionali del Parlamento Ue, Antonio Tajani (Forza Italia); la presidente della commissione Economica dell’Europarlamento, Irene Tinagli; il capodelegazione della Lega al Parlamento Ue, Marco Campomenosi; il capodelegazione del Pd all’Eurocamera, Brando Benifei; la capodelegazione del M5s al Parlamento Ue, Tiziana Beghin; il capodelegazione di Fratelli d’Italia all’Eurocamera, Carlo Fidanza; il capo delegazione di Italia Viva al Parlamento Ue, Nicola Danti. Interverrà anche il responsabile del Parlamento europeo in Italia, Carlo Corazza, mentre a moderare il dibattito sarà Enrico Tibuzzi, responsabile della sede ANSA di Bruxelles.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


"Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."

Modifica consenso Cookie