Agricoltori Ue, sul nutriscore contiamo sull'Italia

Pesonen (Copa-Cogeca), appoggiamo la battaglia della ministra Bellanova

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Appoggiamo l'Italia nella sua battaglia contro le etichette nutrizionali a colori". Lo dice all'ANSA Pekka Pesonen, direttore delle organizzazioni degli agricoltori e cooperative europee Copa e Cogeca, di rientro da Coblenza, dove si è tenuto il Consiglio informale dei ministri dell'agricoltura. A Coblenza Pesonen ha incontrato la ministra Bellanova, che nelle ultime settimane si sta impegnando per creare un fronte di paesi contrari all'obbligo Ue di etichette come il nutriscore francese. "Ho parlato con la ministra, le diamo tutto il nostro appoggio - ha detto Pesonen - e contiamo sull'Italia per evitare le semplificazioni eccessive di etichette tipo il nutriscore, che penalizzerebbero alcuni prodotti della dieta mediterranea".

Approvvigionamento di alimenti (food security), competitività delle aziende e un reddito dignitoso per gli agricoltori devono restare priorità della futura Pac. Lo hanno detto i rappresentanti del Copa e Cogeca (che riuniscono le organizzazioni agricole più rappresentative dell'Ue) ai ministri dell'agricoltura riuniti a Coblenza in Consiglio informale. I ministri hanno discusso delle lezioni del Covid e dei passi da fare nel processo di riforma della Pac, destinato ad accelerare dopo l'approvazione del bilancio 2021-27 da parte dei leader Ue. I giorni precedenti la riunione sono stati segnati dalle proteste di un nutrito gruppo di organizzazioni ambientaliste da tutta Europa per non essere state invitate al Consiglio come le associazioni agricole. "La Pac non funziona e i nostri governi sono responsabili - ha detto all'ANSA la portavoce del movimento, Saskia Richartz - Julia Klöckner (ministra tedesca, ndr) deve ora dimostrare di poter realizzare un accordo sulla Pac che soddisfi i requisiti dell'accordo di Parigi sul clima e della strategia Farm to fork".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie