Percorso:ANSA > Europa > Altre news > Europee 2014: lavoro, le 'success story' dei giovani in rete

Europee 2014: lavoro, le 'success story' dei giovani in rete

Sassoli, Ue faccia fronte comune e non diventi promontorio Asia

05 novembre, 17:48
(ANSA) - ROMA, 5 NOV - A 18 anni ce l'ha fatta. Nell'Italia della crisi e della disoccupazione è stato assunto da un'azienda per la sicurezza informatica l' "hacker buono" Matteo Beccaro che, insieme all'amico 19/enne Matteo Collura, aveva scoperto un bug nel 'near field communication', il sistema dei biglietti del Gruppo Trasporti Torinese e aveva illustrato la scoperta al DefCon di Las Vegas, appuntamento imperdibile per gli hacker di tutto il mondo.

E' una delle dieci 'success story' che l'Ufficio di Informazione in Italia del Parlamento europeo ha fatto raccontare dai giovani protagonisti al Teatro Argentina per dire a tutti che la sfida del lavoro si può vincere e che 'Agire, reagire, decidere', la campagna per le prossime elezioni degli europarlamentari del maggio 2014, non è solo uno slogan.

Start up, siti diventati testate, network di changemaker: non c'e' limite alla fantasia di ventenni e trentenni che ci credono: l'innovazione passa per la rete e l'invenzione di un lavoro pure. C'e' qualcuno che ci riesce da solo, ma i dati del primo semestre 2013 ricordano che il 23,5% dei giovani europei a giugno era senza lavoro, con variazioni che vanno dal 10% di Austria e Germania al 64,2% in Grecia. Servono politiche mirate, secondo il Parlamento europeo, che a settembre ha approvato una risoluzione su 'Lotta alla disoccupazione giovanile: possibili vie d'uscita'. E serve un fronte comune e coordinato dei Ventotto perche' e' anche sul lavoro che si gioca il futuro di un' Unione che - ha sottolineato l'eurodeputato David Sassoli - "deve restare al centro della scena e non diventare un promontorio del continente asiatico". (ANSA).


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA