Teatro: Santa Fiora lo intitola a Camilleri

'Papà' commissario Montalbano, 'realizzato il mio sogno'

Redazione ANSA SANTA FIORA (GROSSETO)

(ANSA) - SANTA FIORA (GROSSETO), 17 AGO - Il Teatro comunale di Santa Fiora (Grosseto), dal 14 agosto ha un nome, quello di Andrea Camilleri, cittadino onorario del borgo situato sull'Amiata dove lo scrittore vive periodicamente. Con una cerimonia semplice e riservata alla presenza dello stesso 'papà' del commissario Montalbano, è stata scoperta la targa con cui l'amministrazione comunale ha intitolato il teatro al concittadino Camilleri. Insieme allo scrittore era presenti tra gli altri i suoi familiari e Federico Balocchi, sindaco di Santa Fiora. "Finalmente si è realizzato il mio sogno - le parole di Camilleri secondo quanto reso noto dal Comune -, per tutta la vita ho sognato di avere un teatro e ora ne ho uno intestato a me. La mia commozione, la mia gratitudine per i miei concittadini per il sindaco e il consiglio comunale è profonda e durerà finché io durerò". "Il Teatro comunale - ha detto, Balocchi - è un patrimonio culturale vivo di Santa Fiora ed è proprio per sottolineare la volontà di renderlo sempre di più un centro dove ruotino e abbiano spazio le idee di artisti, che abbiamo voluto dedicarlo a una persona come Camilleri. Siamo molto fortunati ad averlo come concittadino, così rimarrà per sempre con noi. La nostra scelta vuole essere un'indicazione di un modello di intellettuale, un invito e un esempio, un gesto di affetto".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: