L'Ue seleziona 5 aziende tech italiane guidate da donne

Sovvenzioni per 75 mila euro nella prima fase dello sviluppo 

Redazione ANSA

L'azienda milanese Biomimx Srl Ubeat, la torinese Clearbox Ai Solutions, Ecosteer Srl di Bolzano, Emoj Srl di Ancona, e Splastica Srl di Roma sono le cinque aziende italiane che hanno passato la prima selezione della Commissione europea per il programma 'Women Tech Eu', che sostiene le start-up ad alta tecnologia guidate da donne. Si occupano di salute, intelligenza artificiale, data, plastica biodegradabile e potranno ottenere 75 mila euro in sovvenzioni per sostenere le prime fasi del processo di innovazione e crescita.

Inoltre, il programma mette a disposizione tutoraggio e coaching, nonché opportunità di networking a livello dell'Ue. In tutto la Commissione sosterrà 50 imprese guidate da donne provenienti da 15 paesi diversi.

La commissaria Ue per l'Innovazione e la ricerca, Mariya Gabriel, si è detta "particolarmente orgogliosa del successo del primo invito a Women Tech Eu". "L'elevato numero di candidature in sospeso conferma la necessità di supportare le aziende tecnologiche guidate da donne nella fase iniziale e più rischiosa del loro sviluppo", ha aggiunto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: