Via libera al controllo congiunto Cdp-Macquarie per Open Fiber

Operazione approvata senza condizioni, ma Ue vigilerà sulla concorrenza

Redazione ANSA

Via libera senza condizioni, dell'Antitrust Ue all'operazione di Cassa Depositi e Prestiti e del fondo australiano Macquarie per l'acquisizione della quota di Enel in Open Fiber. Bruxelles ha segnalato che si tratta di una "autorizzazione incondizionata". L'operazione porterà Cdp ad aumentare la quota di partecipazione al 60% e Macquarie ad acquisire il 40%. 

Nel suo esame per l'approvazione dell'operazione, l'Ue ha anche valutato se, "alla luce degli interessi di Cdp in Tim", l'aumento del 10% della quota di Cdp - che passa dal 50 al 60% - "avrebbe aumentato i rischi di coordinamento tra Open Fiber e Tim". L'Antitrust ha concluso che "i possibili problemi anticoncorrenziali non sono specifici dell'operazione proposta poiché Cdp aveva già il controllo congiunto di Open Fiber", ma resta valida "l'applicabilità degli articoli 101-102 dei Trattati Ue o qualsiasi altra disposizione nazionale equivalente sui possibili effetti anticoncorrenziali"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: