Commissione Ue risponde a critiche, l'Ets trasporti stradali avrà un "freno di emergenza politico"

Timmermans, prima di rifiutare le nostre proposte leggetele

Redazione ANSA

L'Ets per i trasporti su gomma e edifici, avrà "un freno di emergenza politico, che tireremo in caso i prezzi dovessero aumentare troppo". Lo ha precisato il consulente per il clima della presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen Kurt Vandenberghe partecipando a un webinar dello European University Institute di Firenze.

Il già funzionario delle Dg Ricerca e Clima ha ripercorso i criteri che la hanno spinto la Commissione europea a proporre di creare un sistema di scambio di permessi carbonio (Ue-Ets) per trasporti ed edifici, molto criticato per il suo possibile impatto sociale. "Lo abbiamo messo sul tavolo – ha detto Vandenberghe – perché dare un prezzo al carbonio ha dimostrato di essere una soluzione efficace per ridurre le emissioni". Certo, ha ammesso, "il sistema avrà un impatto, soprattutto sulle fasce di popolazione a basso reddito, ed ecco perché è affiancato da un fondo per aiuti diretti alle famiglie o investimenti in trasporti puliti e riqualificazione energetica degli edifici”.

L’impatto, ha proseguito è "atteso soprattutto nei trasporti, perché il 30% degli edifici è già coperto dall'attuale Ets, in elettricità da riscaldamento e raffreddamento". Per evitare l'aumento dei prezzi alla pompa per consumatori e microimprese, "prevediamo l'anticipo delle quote, la riserva di stabilizzazione che entra in funzione automaticamente se il prezzo della CO2 aumenta o diminuisce troppo rapidamente, e la Commissione potrà in ogni momento intervenire nel mercato se il sistema non è abbastanza graduale, attraverso un freno di emergenza politico".

Il vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans è stato molto più diretto al suo arrivo alla riunione informale dei ministri Ue dell'ambiente e dell'energia, tenuta al Castello di Brdo, in Slovenia. Sull'Ets per i trasporti, ha detto, "chiedo solo una valutazione pacata", visto che "alcuni hanno attaccato la proposta prima che fosse presentata, parlando di suicidio politico", con riferimento alle dichiarazioni del presidente della commissione Ambiente dell'Europarlamento Pascal Canfin. "A questi dico, leggete il piano prima di buttarlo nella carta straccia - ha scandito il politico olandese - se avete alternative migliori proponetele, siamo pronti a prenderle in considerazione". 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: