Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Foibe: Fidanza, tramandare ricordo anche in ambito europeo

Redazione ANSA BRUXELLES

(ANSA) - BRUXELLES, 10 FEB - "Mantenere vivo il ricordo e tramandarlo, nella verità e nella giustizia. È questo il messaggio forte che emerge dalle parole pronunciate ieri dal Presidente Mattarella, così come da quelle di Giorgia Meloni a Basovizza". È quanto ha dichiarato il capodelegazione di Fratelli d'Italia al Parlamento Europeo, Carlo Fidanza, a margine delle cerimonie per il Giorno del Ricordo in corso a Milano.
    "Iniziative di governo importantissime come il Treno del Ricordo, in partenza oggi da Trieste, e il Museo del Ricordo di prossima realizzazione a Roma, così come l'iniziativa parlamentare per l'implementazione della legge istitutiva del 10 Febbraio e la revoca dell'onorificenza al Maresciallo Tito, sono tutti passi nella stessa direzione.
    Ma le foibe e l'esodo da Istria, Fiume e Dalmazia - ha aggiunto Fidanza - sono state una tragedia europea, un tassello di quella guerra civile europea che ha insanguinato il nostro continente per l'intero Novecento. Come tale, è importante tramandarne il ricordo anche a livello europeo. Da anni cerchiamo di farlo con l'intergruppo per la memoria storica del Parlamento europeo, ma è opportuno che anche l'Unione europea si faccia parte attiva per favorire il dialogo bilaterale volto alla risoluzione delle controversie irrisolte tra Italia, Slovenia e Croazia. Oggi - ha concluso l'europarlamentare di FdI - siamo Paesi amici e condividiamo la comune appartenenza alla casa europea; per questa ragione le questioni legate agli indennizzi per i beni espropriati agli esuli, alla salvaguardia della nostra cultura e alla tutela della toponomastica italiana in Istria, Quarnaro e Dalmazia sono punti ancora importanti, sui quali l'Ue non può rimanere sorda." (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: