Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Omtzigt (Nsc), "L'Ue pubblichi il rapporto Draghi prima del voto"

Omtzigt (Nsc), "L'Ue pubblichi il rapporto Draghi prima del voto"

"Contiene il sostegno al debito comune, va discusso in aula"

02 aprile 2024, 18:28

Redazione ANSA

ANSACheck

Omtzigt (Nsc), "L 'Ue pubblichi il rapporto Draghi prima del voto" - RIPRODUZIONE RISERVATA

BRUXELLES - "E' inaccettabile" che il rapporto di Mario Draghi sulla competitività nell'Ue, in cui l'ex premier italiano ha anticipato che vi sarà sostegno alla "creazione una nuova struttura di cassa comune, tramite debito comune o prestiti" verrà pubblicato solo dopo le elezioni. Lo scrive, in una lettera inviata alla presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, Pieter Omtzigt, leader del partito cristiano democratico olandese Nuovo Contratto Sociale (Nsc). ll partito, nato in agosto da una scissione con i cristianodemocratici olandesi del Cda, è al momento in trattativa per entrare nei popolari europei del Ppe. "Le nazioni europee dovranno già affrontare il rimborso del Recovery Fund e il pagamento degli interessi per il Recovery Fund non è ancora finanziato. I Paesi Bassi riceveranno al massimo 4,5 miliardi di euro dai fondi, ma dovranno contribuire con circa 35 miliardi di euro tra il 2028 e il 2058, pari a circa 1 miliardo di euro di pagamenti aggiuntivi all'Ue all'anno", spiega Omtzigt nella lettera firmata anche dal capolista di Nsc alle europee, Dirk Gotink, ex portavoce del presidente del Ppe, Manfred Weber. "Le regole sul debito pubblico previste dal patto di stabilità e crescita sarebbero completamente compromesse se l'Unione continuasse a creare una sorta di debito fuori bilancio che non figura nei conti nazionali. Temiamo che questa sequenza di eventi possa portare a un'altra crisi del debito europeo con conseguenze di vasta portata", prosegue l'olandese che chiede quindi che "il rapporto sia pubblicato al più presto e che sia sottoposto a dibattito parlamentare prima delle elezioni".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.