Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Efsa, 'arsenico inorganico nei cibi, confermati rischi a salute' 

Efsa, 'arsenico inorganico nei cibi, confermati rischi a salute' 

L'esposizione dei consumatori continua a destare preoccupazione

18 gennaio 2024, 11:55

Redazione ANSA

ANSACheck

Efsa, 'arsenico inorganico nei cibi, confermati rischi a salute ' - RIPRODUZIONE RISERVATA

BRUXELLES, 18 GEN - L'esposizione dei consumatori all'arsenico inorganico negli alimenti desta preoccupazioni per la salute. È quanto emerge dall'ultima valutazione del rischio condotta dall'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) su questo contaminante. I riscontri confermano l'esito della precedente valutazione, effettuata nel 2009, circa i rischi legati alla presenza di arsenico inorganico negli alimenti. L'Efsa era stata incaricata dalla Commissione europea di aggiornare la sua valutazione per tenere conto di nuovi studi emersi sugli effetti tossici del contaminante. In genere, sono i cibi, tra cui il riso e i cereali, la principale fonte di esposizione per la popolazione europea. Anche l'acqua potabile contribuisce all'esposizione, sebbene i livelli in Europa siano generalmente bassi. L'assunzione a lungo termine di arsenico inorganico è stata associata a una serie di effetti nocivi sulla salute, tra cui alcune forme di cancro. Per la sua valutazione, come effetto nocivo più rilevante, l'Efsa ha considerato l'aumento dell'incidenza di tumori della pelle associati a esposizione all'arsenico inorganico. Gli esperti hanno concluso che garantire una protezione contro il cancro della pelle proteggerà anche da altri effetti potenzialmente dannosi. Nel redigere il suo parere, l'Autorità europea ha consultato i portatori di interesse esterni, prendendo in considerazione le numerose osservazioni pervenute. L'Efsa sta anche valutando i potenziali rischi legati all'esposizione all'arsenico organico negli alimenti. Una volta completata questa valutazione del rischio, verranno esaminati i possibili rischi derivanti dall'esposizione congiunta sia all'arsenico organico che a quello inorganico presenti negli alimenti. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.