Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Vertice coalizione dei Paesi Ue contro Euro 7

Vertice coalizione dei Paesi Ue contro Euro 7

Anche stop ad auto-diesel e benzina sul tavolo a Strasburgo

13 marzo 2023, 13:47

Redazione ANSA

ANSACheck

Vertice coalizione Paesi Ue contro Euro 7 lunedì - RIPRODUZIONE RISERVATA

BRUXELLES - Il ministro dei Trasporti della Repubblica Ceca, Martin Kupka, ha convocato oggi a Strasburgo un vertice tra i ministri dei Trasporti di undici Paesi Ue, tra cui l'Italia, contrari alla proposta di Bruxelles sui nuovi standard Euro 7 per le emissioni di auto e furgoni. Sul tavolo della riunione, in programma tra mezzogiorno e le tre di pomeriggio a margine della plenaria del Parlamento europeo, vi sarà anche l'accordo sullo stop alle auto a diesel e benzina dal 2035, sul quale 'Italia e la Germania hanno già espresso la propria opposizione.

L'invito a partecipare al vertice, secondo quanto indicato da alcune fonti vicine al dossier, è stato esteso dalla Repubblica Ceca ai ministri dei Trasporti di Italia, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia, Slovacchia e Spagna. Una coalizione accomunata dallo scetticismo nei confronti delle nuove norme Euro 7, ancora in fase di negoziato a Bruxelles, che richiederebbero alle case automobilistiche ingenti investimenti per eliminare gli inquinanti come ossidi d'azoto e particolato, a fronte però dello stop ai motori termici previsto nel 2035.

Praga, ha fatto sapere il ministro ceco Kupka, ha "riserve" sulla proposta della Commissione europea e intende discutere con gli altri governi contrari "i punti fondamentali" per arrivare a "una posizione comune" sulla modifica degli standard Euro 7. Al centro del dibattito ci sarà però anche lo stallo politico sullo stop ai motori diesel e benzina nel 2035. Il controverso regolamento, già concordato a livello comunitario, è stato bloccato al momento della ratifica finale da una minoranza di blocco formata da Italia, Germania, Polonia e Bulgaria. La tensione è alta soprattutto all'interno della coalizione di governo di Berlino, con il ministro dei Trasporti tedesco, Volker Wissing, che chiede il via libera all'utilizzo degli e-fuels, i carburanti a basse emissioni utilizzati nei motori a combustione.

La Commissione europea "non parteciperà" al vertice di oggi a Strasburgo tra i Paesi scettici nei confronti dei nuovi standard Euro 7 e dell'accordo Ue sullo stop alle auto a benzina e diesel nel 2035. Lo ha detto la portavoce Ue Dana Spinant durante il briefing quotidiano con la stampa. "Siamo pronti a dare chiarimenti alle preoccupazioni espresse dai Paesi membri, con i quali siamo impegnati in una collaborazione stretta e costruttiva per trovare la soluzione", ha evidenziato la portavoce, precisando che è ancora "prematuro esprimersi sull'esito" delle trattative "e sulle opzioni" che Bruxelles può "mettere sul tavolo".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.