Timmermans, Ue verso taglio di emissioni nocive del 57% entro il 2030

Obiettivo rivisto grazie all'applicazione delle nuove regole sull'assorbimento del carbonio

Redazione ANSA

BRUXELLES - L'approvazione di tre regolamenti del pacchetto clima su emissioni auto, contributi nazionali e assorbimento della CO2 "porterà le effettive riduzioni delle emissioni" dell'Ue dal 55% "ad almeno il 57%" entro il 2030, rispetto ai valori del 1990. Lo ha detto il vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans all'apertura della fase negoziale della Cop 27 in corso a Sharm el-Sheikh.

"Sono lieto di annunciare che l'Ue è pronta ad aggiornare il nostro contributo" alla riduzione delle emissioni previsto dall'accordo di Parigi, "riflettendo questa maggiore ambizione", ha aggiunto Timmermans. Lo scarto del 2% diverrebbe possibile con l'applicazione dell'accordo tra le istituzioni europee sull'assorbimento della CO2 da parte di suoli agricoli e foreste, raggiunto la settimana scorsa.

Intanto Eurostat rileva che nel secondo trimestre di quest'anno le emissioni di gas serra nell'Ue sono cresciute del 3% rispetto allo stesso periodo del 2021. L'Ufficio statistico europeo fa sapere che l'incremento è da mettere in relazione alla ripresa registrata nello stesso periodo dall'attività produttiva e del Pil dopo il forte rallentamento dovuto alla crisi della pandemia di Covid-19.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: