Bruxelles insiste, Londra attui protocollo Brexit su Irlanda del Nord

Oppure l'Unione europea prenderà contromisure

Redazione ANSA

BRUXELLES - L'Ue prenderà in considerazione "tutti gli strumenti a disposizione" se il Regno Unito continuerà a non attuare il protocollo sull'Irlanda del Nord che prevede controlli per il rispetto degli standard del mercato unico europeo sui beni e le merci che viaggiano al confine interno fra Belfast e la Gran Bretagna. Lo ha riferito un funzionario europeo. I rappresentanti delle due parti si incontreranno mercoledì mattina a Londra per cercare una soluzione alle questioni ancora aperte nell'accordo post-Brexit. Sul fronte dell'Irlanda del Nord, Londra ha due strade davanti: proseguire con le azioni unilaterali e il mancato rispetto degli obblighi, oppure impegnarsi nell'attuazione del protocollo, ha spiegato il funzionario. "Non si può escludere che il Regno Unito preferisca la strada conflittuale" e in questo caso Bruxelles dovrà prendere delle misure, ha aggiunto, sottolineando che "l'Ue è stata paziente, ma la pazienza si sta esaurendo" e spiegando che tuttora l'Ue non ha accesso a sistemi informatici che garantiscano il monitoraggio del movimento delle merci e la valutazione dei rischi legati alla salute di piante e animali. "Nonostante le azioni e le inazioni del Regno Unito", l'Ue è disposta a concedere più flessibilità su alcuni punti come la fornitura dei medicinali, ma Londra dovrà dimostrare "con le azioni" di impegnarsi "in buona fede nell'attuazione del protocollo, fermando ogni decisione unilaterale", ha insistito il funzionario, specificando che non verrà apportata alcuna modifica al protocollo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: