Castaldo, formazione è la chiave per uso risorse Ue

E contrastare ritardi, inefficienze e sprechi

Redazione ANSA ROMA

BRUXELLES - "La parola chiave è 'formazione'. Ancora oggi scontiamo in tante regioni, quelle del Sud ma non solo, dei ritardi atavici nella creazione di una classe dirigente e delle figure tecniche nelle amministrazioni regionali che sappiano programmare in modo equilibrato, costante e coerente" l'utilizzo delle risorse messe a disposizione dell'Italia con i fondi strutturali Ue".

Lo ha detto il vicepresidente del Pe ed eurodeputato del M5S, Fabio Massimo Castaldo, parlando dei riardi, delle inefficienze e degli sprechi che, in alcuni casi, portano alla perdita dei fondi Ue a disposizione delle regioni.

Per questo Castaldo spera "che sempre più università lancino master per europrogettisti. "È fondamentale" - ha poi ricordato Castaldo - avere una visione inclusiva e olistica in cui non si mettano in contraddizione gli sforzi da fare con il Next Generation Eu e gli sforzi della programmazione ordinaria" sull'utilizzo del fondi strutturali europei per i prossimi sette anni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie