Rete Unica: consumatori Ue, potrebbe danneggiare europei

'Antitrust europeo vigili su rischi di ritorno al monopolista'

Redazione ANSA

BRUXELLES - Euroconsumers e Altroconsumo hanno inviato una lettera ai commissari Gentiloni, Vestager e Breton per "esprimere preoccupazioni sulla transazione prevista in Italia dove TIM, storico incumbent, prenderà il controllo sul nuovo entrante Open Fiber, col risultato di creare un operatore integrato verticalmente, quasi-monopolista, la cosiddetta Rete Unica".

E' quanto si legge nella lettera delle associazioni dei consumatori. "Abbandonare questo breve periodo di concorrenza sulle infrastrutture e tornare ad una rete quasi monopolista potrebbe danneggiare il mercato, e il prezzo lo pagherebbero i consumatori e le aziende italiane". Inoltre, "la transazione potrebbe creare un precedente pericoloso per altri Paesi", che pure potrebbero chiedere un ritorno al monopolio facendo correre "seri rischi ai consumatori Ue".

Le due associazioni chiedono quindi che quando l'operazione Rete Unica verrà approvata e notificata alla Commissione, "avrà luogo un severo controllo antitrust". Altroconsumo and Euroconsumers "non sono per principio contrarie alla creazione di una Rete Unica in Italia", ma chiedono alla Commissione di usare i suoi poteri antitrust "per assicurare che operi in modo neutrale e non-discriminatorio"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: