Parlamento Egitto, da Sassoli inaccettabile ingerenza su Zaky

Il Presidente Pe aveva chiesto il rilascio immediato del giovane

Redazione ANSA

IL CAIRO - Il presidente della Camera dei deputati egiziana, Ali Abdel Aal, "respinge categoricamente le dichiarazioni del presidente del Parlamento europeo" David Sassoli sull'arresto di Patrick George Zaky, definendole in un comunicato "un'ingerenza inaccettabile negli affari interni e un attacco contro il potere giudiziario egiziano". Lo riferisce la Mena. Mercoledì scorso in aula a Strasburgo, Sassoli aveva chiesto l'immediato rilascio di Zaky, ricordando "alle autorità egiziane che l'Ue condiziona i suoi rapporti con i Paesi terzi al rispetto dei diritti umani". Nel comunicato, Abdel Aal ha aggiunto che "tali dichiarazioni non giustificate e inaccettabili non incoraggiano il dialogo tra le due istituzioni parlamentari". Secondo il presidente del Parlamento egiziano, inoltre, le dichiarazioni di Sassoli si sono basate su "false informazioni diffuse da organizzazioni prive di credibilità e che non fanno riferimento a prove chiare".

Nei giorni scorsi Sassoli aveva chiesto il rilascio di Zaky: "Sento il dovere di porre alla vostra attenzione la vicenda di Patrick Zaki. Voglio ricordare alle autorità egiziane che l'Ue condiziona i suoi rapporti con i Paesi terzi al rispetto dei diritti umani e civili come ribadiamo in tutte le nostre risoluzioni e chiedo che Zaki venga immediatamente rilasciato e restituito ai suoi cari". 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: