Percorso:ANSA > Europa > Altre news > Omofobia: Consiglio d'Europa, gli Stati sono obbligati a proteggere Lgbti

Omofobia: Consiglio d'Europa, gli Stati sono obbligati a proteggere Lgbti

Jagland, devono godere degli stessi diritti di ogni altro cittadino

16 maggio, 18:22
Omofobia: Consiglio d'Europa, Stati obbligati a proteggere Lgbti Omofobia: Consiglio d'Europa, Stati obbligati a proteggere Lgbti

STRASBURGO - Gli Stati hanno l'obbligo di proteggere le persone Lgbti dagli atti di violenza e dalla discriminazione di cui sono vittime e che si stanno moltiplicando: è quanto afferma Thorbjorn Jagland, segretario generale del Consiglio d'Europa, alla vigilia della Giornata internazionale contro l'omofobia, la transfobia e la bifobia, che si celebra il 17 maggio. "La discriminazione e la violenza nei confronti delle persone Lgbti rappresenta un esempio di populismo della peggior specie, e costituisce quindi un pericolo per la democrazia, contro il quale i governi devono reagire, facendo il massimo per porvi fine" sostiene Jagland. Il segretario generale si dice preoccupato per l'emergere di tendenze omofobe e transfobiche in Europa, e evidenzia di essere "particolarmente inquieto per le presunte persecuzioni di massa di persone Lgbti nella Repubblica cecena della Federazione russa". Jagland rammenta a tutti gli Stati che ne fanno parte che il Consiglio d'Europa non può ne intende tollerare la violenza e la discriminazione nei loro confronti. 

 


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA