Certificati Covid e brevetti sui vaccini al centro della plenaria

Anche Recovery, Medio Oriente e migranti nel Mediterraneo

Redazione ANSA

L'emergenza Covid-19 continua a tenere banco alla plenaria del Parlamento europeo che si apre oggi a Bruxelles. Al centro del dibattito ancora il Certificato Covid-19 Ue. I negoziatori del Parlamento, del Consiglio e della Commissione si incontreranno martedì per cercare di concludere un accordo volto a stabilire, in tempo per la stagione turistica estiva, un certificato Ue che attesti l’avvenuta vaccinazione o il risultato negativo di test o l’avvenuta malattia. Ciò dovrebbe consentire viaggi sicuri all'interno dell'Ue a partire dalla fine di giugno. 

Mercoledì mattina gli eurodeputati discuteranno anche la proposta all'Omc di revocare i diritti di proprietà intellettuale sui vaccini contro il Covid-19. Per sostenere gli sforzi globali di vaccinazione, alcuni gruppi al Parlamento europeo hanno invitato la Commissione a chiedere la revoca dei diritti di proprietà intellettuale (Dpi) per i vaccini. La presidente Ursula von der Leyen ha recentemente dichiarato che, mentre l'Ue è "aperta alla discussione" su un’esenzione temporanea dei Dpi, la capacità produttiva, gli investimenti nella produzione globale e i contributi allo schema Covax rimangono le priorità chiave per espandere l'accesso globale ai vaccini. 

Altro tema centrale alla plenaria sarà quello dei migranti, gli eurodeputati discuteranno martedì mattina i recenti sviluppi riguardo i flussi migratori nel Mediterraneo, le operazioni di soccorso degli Stati membri e la possibilità di garantire forme di migrazione legale e protetta in Ue. 

Attesa anche la discussione sul Recovery con gli eurodeputati che discuteranno sul diritto del Parlamento di essere informato riguardo alla valutazione in corso dei piani nazionali per la ripresa e la resilienza presentati alla Commissione. 

All’attenzione degli eurodeputati anche il rafforzamento delle norme Ue sulla responsabilità ambientale per le imprese per prevenire i danni ambientali. Il progetto di testo , al voto giovedì, invita la Commissione a esaminare come l’'ecocidio possa essere riconosciuto ai sensi del diritto dell'Ue. 

Al centro del dibattito anche le crisi internazionali a partire da martedì pomeriggio quando l'Eurocamera discuterà i violenti scontri in corso tra Israele e Gaza. Attesa anche la discussione sui recenti sviluppi nei negoziati di adesione all'Ue di Turchia e Montenegro. Atteso anche il commento degli eurodeputati sui recenti sviluppi della situazione in Turchia.  

Atteso infine per martedì il voto sui Programmi Erasmus+, Europa creativa e sul Corpo di solidarietà, il Parlamento dovrebbe adottare i l’aggiornamento dei programmi per 2021-2027. Il programma Erasmus per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport avrà un valore di 28 miliardi di euro. 2,2 miliardi di euro per programma Europa creativa, il più grande impegno mai raggiunto a sostegno dei settori culturali e creativi in Ue. Stanziato oltre un miliardo di euro invece per il corpo europeo di solidarietà.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie