Sassoli, lotta alla discriminazione dovere dell'Europa

Videomessaggio del presidente per Giornata mondiale popolo Rom

Redazione ANSA

BRUXELLES - "I rom sono cittadini europei e fanno parte dell'Europa eppure nelle nostre società la loro realtà è spesso diversa, fatta di emarginazione, discriminazione ed esclusione." Questo il messaggio del presidente del Parlamento europeo David Sassoli in un video diffuso oggi in occasione della Giornata mondiale del popolo rom.

"In Europa la stragrande maggioranza dei rom vive in condizioni di estrema povertà, spesso viene loro negato l'accesso alle attività essenziali come l'istruzione l'assistenza sanitaria, il lavoro o un alloggio, affrontando pregiudizio, ostilità e persino violenza", ha continuato Sassoli.

Il presidente ha poi spiegato che "il Parlamento europeo continuerà a condannare e contrastare la realtà in cui ancora oggi vive il popolo rom in Europa, questo sforzo deve essere fatto a livello europeo ma anche dagli stati membri. Tutti si devono impegnare per far finire queste discriminazioni. Per avere successo dobbiamo fissare degli obiettivi che siano vincolanti in ogni area in cui i rom subiscono discriminazioni". "Questo è un nostro dovere e dobbiamo sentirlo proprio come europei", ha esortato Sassoli alla fine del videomessaggio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie