Coronavirus, Vinitaly rinviato al 14-17 giugno

Mantovani, a causa della rapida evoluzione della situazione internazionale

Redazione ANSA VENEZIA

VENEZIA - Veronafiere ha deciso di rinviare le date di Vinitaly, Enolitech e Sol&Agrifood al 14-17 giugno 2020 "in considerazione della rapida evoluzione della situazione internazionale che genera evidenti difficoltà a tutte le attività fieristiche a livello continentale". Così Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere.

La decisione è stata presa, spiega Mantovani, "in considerazione della rapida evoluzione della situazione internazionale che genera evidenti difficoltà a tutte le attività fieristiche a livello continentale". La nuova data rappresenta "il periodo migliore - sottolinea - per assicurare a espositori e visitatori il più elevato standard qualitativo del business". "Vinitaly, insieme ad OperaWine - prosegue il dg di Veronafiere -, si svolgerà quindi in un contesto temporale in cui grandi eccellenze del made in Italy, quali Cosmoprof e Salone del mobile, per esempio, avranno il compito di rilanciare con forza l'attenzione dei mercati internazionali e l'immagine dell'Italia". La decisione è stata frutto "di un'attenta analisi dei dati disponibili oltre che dell'ascolto delle posizioni degli stakeholder del mercato, incluse le principali associazioni di settore: Unione Italiana Vini, Assoenologi, Federvini, Federdoc, Federazione vignaioli indipendenti e Alleanza delle Cooperative settore vitivinicolo". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie