Cresce la produzione della Patata di Bologna Dop

Supera per la prima volta le 10mila tonnellate, +19,8%

Redazione ANSA BOLOGNA

BOLOGNA - Campagna da record per la Patata di Bologna Dop, che mette a segno il punto più alto di prodotto certificato, superando per la prima volta quota 10mila tonnellate. Secondo i dati forniti dal Consorzio di tutela, la produzione complessiva del prodotto nella stagione 2019/2020 ha toccato quota 11.229 tonnellate, con una crescita del +19,8%. Il dato acquisisce ancora più rilevanza se analizzato nel lungo periodo, quando la produzione dieci anni fa non era neanche la metà (4.936 tonnellate), per una crescita pari a +127,5%.

"È il chiaro segnale di un prodotto sempre più apprezzato dal consumatore - spiega Davide Martelli, presidente del consorzio - La Patata di Bologna Dop unisce una qualità che la rende unica nel panorama nazionale, insieme a una forte identità di prodotto intimamente legata al territorio, unica patata italiana prodotta e confezionata in una sola terra, Bologna".

In crescita anche le superfici certificate. Complessivamente sono stati 357 gli ettari seminati nell'annata 2019-2020, con la previsione nella stagione che si apre in questi giorni (2020/2021) di 419 ettari messi a regime con una crescitai negli ultimi dieci anni pari al +36,3%. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie