Agricoltura, un miliardo di danni dal clima nel 2021

Coldiretti, sì a strumenti gestione rischio più efficaci e meno burocrazia

Redazione ANSA ROMA

L'agricoltura italiana ha subito fino ad ora nel 2021 oltre 1 miliardo di danni a causa degli eventi estremi che hanno decimato le produzioni nazionali. I tagli vanno dal 5 -10% per la prossima vendemmia, al 10% per il grano mentre è praticamente dimezzata la frutta estiva rispetto ad una annata normale. E' quanto emerge dall'analisi della Coldiretti sugli effetti del clima, con l'aumento del 74% degli episodi meteo tra gelo primaverile e siccità in una estate segnata da trombe d'aria, alluvioni, bombe d'acqua e grandinate.

L'agricoltura, ricorda la Coldiretti, è l'attività economica che più di tutte le altre vive quotidianamente le conseguenze dei cambiamenti climatici, ma è anche il settore più impegnato per contrastarli. Per affrontarne i danni, secondo la Coldiretti, sono necessari interventi strutturali e strumenti di gestione del rischio più efficaci e con meno burocrazia. In tale ottica un intervento strategico è la realizzazione di infrastrutture a partire dai bacini di accumulo, proposto dalla Coldiretti e inserito nel Piano nazionale di ripresa e resilienza. Come anche l'approvazione della legge sul consumo di suolo che, ricorda il presidente Ettore Prandini, è ferma in Parlamento da quasi un decennio e che potrebbe dotare l'Italia di uno strumento all'avanguardia per la protezione del suo territorio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie