Le Soste, 93 ristoranti alta cucina in edizione 2020

Sette premi assegnati a personalità del panorama food

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 3 LUG - Conta un totale di 93 insegne di alta cucina "Le Soste 2020", nuova edizione della guida "che riunisce e racconta con parole e immagini la selezione dei migliori ristoranti di cucina italiana nel nostro Paese e in Europa". Con la consegna del 30 giugno scorso alla vicesindaco di Milano Anna Scavuzzo da parte del presidente dell'Associazione Le Soste Claudio Sadler, in un incontro a Palazzo Marino, è stata sancita l'uscita ufficiale della pubblicazione.

Nella guida enogastronomica, in versione italiana ed inglese, si registrano 7 nuovi soci: Sarri (Imperia), D'O (San Pietro all'Olmo, Cornaredo, Milano), Nostrano (Pesaro), Pascucci al Porticciolo (Fiumicino, Roma), Tordomatto (Roma), Villa Maiella (Guardiagrele, Chieti) e La Terrazza di Tremezzo, sul lago di Como, "un omaggio speciale al Maestro Gualtiero Marchesi, padre fondatore de Le Soste insieme ad altri nomi illustri".

La pubblicazione, come da tradizione, ha assegnato dei premi per valorizzare- spiega una nota- personalità o realtà imprenditoriali che si sono distinte nel panorama food&wine di eccellenza. I riconoscimenti in tutto sono sette e sono andati a Enrico Bartolini (Premio Franco Ziliani/Le Soste all'innovazione 2020), Mirko Benzo (Premio Franco Colombani 2020), Il Luogo di Aimo e Nadia (Premio Experience Pommery alla migliore selezione di Champagne 2020), Vincenzo Donatiello (Premio Le Soste Ospitalità di Sala 2020), Ciccio Sultano (Premio Le Soste per la Sostenibilità 2020), Luisa e Angelo Valazza (Premio Le Soste per la Tutela del Patrimonio del Gusto 2020), Azienda Agricola San Salvatore 1988(Best Wine Estates of Eataly 2020) (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie