San Valentino, piace "secret dinner" con cuoco a domicilio

Fipe, spesa stimata 207 mln, in 53% ristoranti menu ad hoc

di Alessandra Moneti ROMA

Per la cena di San Valentino, sorprendere il partner e spezzare con la routine sembrano le parole d'ordine della ricorrenza 2017. Non necessariamente con tavolo prenotato al ristorante di grido. Anzi, quest'anno molti gourmand celebrano la festa degli innamorati a casa. La cena ideale è di pesce, ma se cucina lui, dicono 3 italiane su 4 in un sondaggio Federcoopesca-Confcooperative.

E, con la moda degli home restaurant, c'è anche chi va nelle case altrui per una secret dinner. Ad esempio a casa di una "Cesarina", una delle oltre 200 cuoche depositarie delle tradizioni e delle ricette regionali d'Italia. Le "Cesarine" in più di 90 città italiane aprono le porte delle loro cucine casalinghe a ospiti alla ricerca di piatti tipici spesso dimenticati. Una iniziativa di un'associazione fondata dall'antropologa Egeria di Nallo, in collaborazione con l'Università di Bologna e col patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole.

Fipe stima che più di 5 milioni di italiani ceneranno fuori casa la sera di San Valentino, spendendo complessivamente più di 207 milioni di euro. I ristoratori dicono di aver ricevuto in media il 30% delle prenotazioni rispetto ai coperti disponibili, ma secondo il 68% degli intervistati, si giocherà tutto sul last minute. Intanto il mare, tra alghe, tanto pesce e vegetali, vince nel menu proposto dallo chef Francesco Apreda all'Imago, ristorante stellato dell'hotel Hassler Roma con vista panoramica sui tetti della capitale. Qui l'aga hijiki, must nella cucina vegetariana e vegana, è in abbinamento a tipicità come gamberi rossi al tartufo nero e Parmigiano reggiano.

Il menu di San Valentino in nove portate di Enoteca Pinchiorri, unico tre stelle Michelin a Firenze, nasce con una doppia anima: una femminile, più delicata e morbida, e una maschile, più decisa e vigorosa. Insomma, la coppia brinda insieme, ma poi fa un autonomo percorso a tavola: "Capasanta arrosto con crema di polenta, mela verde e bottarga" per lei e il più deciso "Filetto di baccalà, burrata affumicata, radici di prezzemolo allo zafferano" per lui. Mare anche in Alto Adige, al Vigilius Mountain Resort, dove lo chef Matteo Contiero porta a tavola pietanze afrodisiache ed erbe selvatiche come mizuna, senape, cerfoglio e coriandolo. A fine pasto, comfort food in stile Alajmo è la Torta T Amo, da regalare o da regalarsi, così come i "cupidini" dello chef Vittorio Bastianelli a Le Cannardizie di Atina (Frosinone).

Ma in amor vince chi varia, ricorda infine una ricerca della piattaforma Just Eat, con un 70% degli interpellati che dichiara di voler assaggiare nuove cucine e sapori diversi e per questo, nel 61% dei casi, prenota una consegna di cibo a domicilio. Chi invece si mette ai fornelli per un partner vegano, può trovare ricette non "punitive", come i Biscotti lecca-lecca ripieni di fragole e cioccolato, sul sito vegolosi.it (http://bit.ly/2kZIu1V).

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie