Pane, olio… a Teatro!, 3 giorni per conoscere prodotti Lazio

Alla rassegna collabora associazione no profit Abili Oltre

Redazione ANSA ROMA

Conoscere ed apprezzare alcuni prodotti di eccellenza tipici della regione Lazio: è quanto propone a Roma, nelle giornate di 25, 26 novembre e 6 dicembre, l'associazione culturale Il Leone e le Cornucopie presso il foyer dell'Auditorium della Conciliazione con l'evento "Pane, olio… a Teatro!" . L'iniziativa intende "offrire gratuitamente in degustazione al pubblico e agli intenditori alcune prelibatezze con il tocco di esperienza e fantasia di due chef laziali specializzati nella cucina regionale".

La rassegna "a partire dalle 12.00, esporrà, nelle tre giornate, un'accurata selezione dei più pregiati olii provenienti dalle province laziali, accompagnati da prodotti tipici di panificazione di tutto il territorio regionale". Andrea Passeri, esperto ed appassionato ricercatore di ingredienti tipici della nostra terra, "le cui preparazioni culinarie riescono a combinare le materie prime presenti nelle tavole del passato con la cultura gastronomica dei giorni nostri" e Stefano Salvi, "executive chef di eccezione e professionista molto noto nell'universo della nostra cucina, metteranno a disposizione il proprio expertise non solo sulle origini e la storia del pane e dell'olio nel Lazio ma anche sulle rispettive possibilità di combinazione in maniera magistrale con i migliori piatti della tradizione". "Il progetto - ricorda Tiziana Biscu, presidente dell'Associazione Culturale Il Leone e Le Cornucopie - ha anche una rilevante valenza sociale, avvalendosi della collaborazione dell'associazione di volontariato no profit Abili Oltre la cui attività principale è costituita dall'inclusione lavorativa delle persone socialmente svantaggiate e diversamente abili." All'evento parteciperanno alcuni giovani impegnati dal 2020 nel progetto speciale ColDiversa, un'esperienza di lavoro formativa in ambito food e più precisamente di somministrazione di prodotti agro-alimentari ed enogastronomici provenienti da realtà produttive inclusive ed ecosostenibili. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie