Nutriscore: in Francia patatine meglio di olio extravergine

Unaprol, "combattere l'ultima follia nelle catene dei fast food"

Redazione ANSA ROMA

Diverse catene di fast food in Francia hanno adottato l'etichetta a semaforo, indicando come le patatine fritte sarebbero più salutari di un cucchiaio di olio extravergine d'oliva che, a sua volta, avrebbe lo stesso valore per l'organismo di un hamburger molto farcito. Ad evidenzialo è Unaprol - Consorzio Olivicolo Italiano, nel definirla "l'ultima follia del Nutriscore". L'apporto di grassi di un panino ripieno di carne e salse varie, infatti, segnala il Consorzio, vale il semaforo giallo (lettera C) come l'extravergine d'oliva, mentre le patatine fritte il verde e una lettera B.

"E' una situazione inaccettabile, un vero e proprio attacco organizzato ai danni dei prodotti di qualità simbolo del Made in Italy, in barba a qualsiasi evidenza scientifica, oltre che al buon senso - spiega il presidente di Unaprol, David Granieri - non possiamo accettare che venga svilito un prodotto, simbolo della Dieta Mediterranea, unanimemente considerato un farmaco naturale per le sue qualità antinfiammatorie e antiossidanti".

Da qui l'invito di Granieri a Governo, ministro Patuanelli e parlamentari italiani a Bruxelles, "a combattere strenuamente questo sistema ideato solo per danneggiare l'Italia e i suoi prodotti più importanti". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie