Pasqua, cresce a 1,2 mld la spesa per la tavola

Cia, pesano rincari prezzi alimentari. Trionfano dolci "fai da te"

Redazione ANSA ROMA

 - "Doveva essere la prima vera Pasqua di ripresa, dopo due anni di pandemia, ma guerra, caro-energia e inflazione galoppante mettono un freno alle festività alle porte. Tagliate le spese extra, in primis quelle per i viaggi con due terzi degli italiani a casa, resta la voglia di stare a tavola con famiglia e amici. Anche se quest'anno lo scontrino sarà il 10% più salato, la spesa prevista per il carrello alimentare, infatti, si attesterà a 1,2 miliardi di euro, in crescita rispetto al 2021, per colpa dei forti rincari dei prezzi al consumo".

Lo spiega in una nota Cia-Agricoltori Italiani, secondo cui sui menu di Pasqua peseranno sia gli aumenti di frutta (+8%) e verdura (+17%) sia quelli di pasta (+12%) e carne (+6%). Cia osserva che protagonisti delle tavole, anche in questo 2022, saranno i piatti tradizionali del territorio, scelti nell'80% dei casi, a partire dall'agnello. In particolare l'organizzazione agricola segnala che se ne mangeranno circa 4,5 milioni di chili, vale a dire quasi la metà (40%) del consumo annuo complessivo di carne ovina. Cia evidenzia inoltre che trionferanno i dolci "fai da te", dalla pastiera alla torta pasqualina passando per la colomba, che trascineranno gli acquisti di uova. Nello specifico sostiene che fino alla fine della settimana di Pasqua, se ne compreranno oltre 300 milioni. Cia evidenzia che gli italiani spenderanno il 4% in più per portarle in dispensa. L'organizzazione rileva che sono ancora più alti i rialzi per la farina e il burro, altrettanto essenziali per le preparazioni culinarie, rispettivamente il +10% e il +17% rispetto a un anno fa. L'organizzazione conclude che sono attese 300mila presenze negli agriturismi nel week-end di festa. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie